Pagine

giovedì 2 dicembre 2010

Arrivederci, Roma!

La neve sui Colli Albani a marzo 1971 per la gioia di tanti ragazzi romani che non l'avevano mai vista. Non ricordo, né altri conoscenti, da me interpellati, rammentano, se quella volta era scesa anche più giù, sulla Città Eterna.

E' indescrivibile sottolineare cosa si provi in visita alla Fosse Ardeatine, se non anche un giovanile confuso senso di trovarsi al cospetto delle ombre di Giusti della Storia!

A Roma si fanno tanti incontri. Vorrei ricordare un bel volto nobile e serio ergersi sotto la pioggia tra la folla. Vittorio Gassman in Piazza del Popolo alla manifestazione antifascista dei 300.000 a novembre, sempre del 1971.

Quasi una gag. Il collega, che senza chiedermi nulla mentre ne ero un po' consapevole, interpella in quella notte di inizio primavera un passante circa Fontana di Trevi, salvo accorgersi (su questo, invece, io ero out!) un attimo dopo che era un noto attore. Indicazioni vaghe come risposta. Che era dietro l'angolo, praticamente!

Camminate, tante camminate. Non solo alle manifestazioni. D'altronde, per fare i turisti per caso non si può agire diversamente. Altri colleghi, in queste peregrinazioni molto post-lucane, a dirmi che conoscevo bene storia e monumenti. Di lì, forse, personali intensi ripasso e studio di tante cronache passate e di tante guide recenti. Ma, più si sa, più ci si accorge di sapere poco!

A Trastevere case che negli interni ricordano quelle quasi turrite dei borghi liguri. E locali pubblici dove gli avventori discutendo bonariamente, ma in modo colorito, forse forniscono tanti spunti ad artisti che vanno per la maggiore.

Se a Roma piove, le cose vengono fatte per bene. Memorie di fortunate fughe in taxi sotto l'infuriare degli elementi.

Invito rimediato all'ultimo da amici appena conosciuti, che a loro volta a loro tempo frequentavano persona già con ruolo pubblico delle nostre parti: cena con verdura fresca dell'estate nelle riattate scuderie della Villa sul Gianicolo, già teatro degli scontri del 1849 a difesa della Repubblica Romana. Il mondo é piccolo: a tavola altro nuovo contatto che rimanda ad un'importante storia familiare di antimafia e a neglette (da quel commensale) vacanze adolescenziali in quel di Perinaldo, ermo ed ameno colle con piena vista sul Mar Ligure, non discosto da Bordighera e Ventimiglia.

Angoli inediti, non molto noti di Roma. Come non può essere, dati il peso della Storia e la vastità fisica. Ma su questi aspetti ha, ad esempio, vergato tante belle righe Corrado Augias.

Un piccolo, affettuoso pensiero il mio, insomma, nulla di più, perché su questa città, credo, non si finirà mai di scrivere, così come Lei non smette mai di stupirci.



27 commenti:

Alessandro Cavalotti ha detto...

Sono reduce da un'estate a zonzo tra i Castelli Romani. Il tempo era poco, ma è stata davvero dura resistere di fare un salto nella città più bella del mondo...

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ho fatto il servizio di leva in questa città.Roma è veramente una delle città più belle del mondo.Saluti a presto

Tina ha detto...

Non scordiamo Roma Caput Mundi.

Dopo le visite ai fori imperiali, al Colosseo, al colonnato del Bernini...girovagare per Campo dei fiori, Porta Portese...Lungotevere, l'isola Tiberina...

Bellissimo quadro tenero verso la città più amata e odiata dagli Italiani, la città che è la storia di questo nostro Paese.
Buona serata Adriano

federica ha detto...

ROMA E' ROMAAAA!!!!!!!!!!
PER ME LA CITTA' PIU' BELLA..

Baol ha detto...

Il tuo post mi ha fatto pensare al mio anno a Milano e alle nevicate a cui ho assistito e mi sono reso conto che uno dei segni del fatto che la fretta prende il sopravvento è che una cosa bella come una nevicata venga vista come un fastidio.

zefirina ha detto...

a me pare di ricordare che con i miei fratelli avevamo tirato fuori uno slittino per provare a scivolare sulla strada di casa.... anche l'anno scorso poi abbiamo avuto questa sorpresa; da romana innamorata della propria città ti ringrazio per il tuo ricordo affettuoso

Lara ha detto...

Quanta Storia è passata da lì, e ancora rimane - per nostra fortuna.
Ciao Adriano,
Lara

web runner ha detto...

Che meraviglia Roma. Non vedo l'ora di tornarci, a marzo. Ciao Adriano e grazie per i tuoi continui spunti
Stefano

riri ha detto...

Ciao Adriano, da ragazzina andavo spesso a Roma per gite e varie, da grande mi ricordo la bellezza di un giorno di ottobre forse perchè aspettavo il mio bambino:-) Roma seduce, ancora oggi, mi trovavo come in un mondo di favole, tranne per qualche clacson che riconduceva alla realtà:-) Buona serata.

achab ha detto...

Ciao Adriano,bello il tuo post,si sono stato a Roma molte volte e ho un ricordo bellissimo,la prima volta avevo 14 anni con i miei genitori,
Roma è notevole.
Buona serata.

I am ha detto...

Io vivo a Roma da sempre ed ogni tanto specie quando rientro dall'America mi piace visitare alcuni quanrtieri ed addentrarmi nelle stradine e la città diventa diversa, no traffico, solo persone che camminano e le voci sono un brusio. E' come una carezza dopo tanta bruttissima architettura, stradine che parlano di tempi pigri e della romanità...
Bel post

Stella ha detto...

A Roma con mio figlio è stata una favola, da ripetre!

TuristadiMestiere ha detto...

oggi a Roma c'era il sole. Ho passeggiato in pausa pranzo per il centro. Si stava bene, si sentiva odore di Natale, di festa, coi nasi all'insù per scoprire qualcosa che hai da sempre sotto gli occhi ma, chissà perché, non l'hai mai notato. Roma è così, si svela un po' per volta. Non basta una vita per conoscerla.

giacynta ha detto...

Una città accogliente. Dà l'idea del grembo. Anche se non ci vivi, non hai l'impressione che l'ambiente in cui ti muovi non sia tuo.
Da bambina rimasi profondamente affascinata da una piazzetta misteriosa di Roma, luogo nodale nello sceneggiato televisivo "Il segno del comando". Mi sono sempre chiesta dove precisamente fosse...

nico ha detto...

Bellissimo post Adriano, complimenti! Roma è bellissima, anche se ci sono tante cose che non vanno, che non voglio scrivere qui. Abito vicino Roma da 5 anni, anch'io come Baol sono stato a Milano, ma per 19 anni. Anch'io ricordo lì una nevicata, che non fece notizia, ma che mi fece tornare dall'ufficio a casa in 4 ore (erano 25 chilometri). Qui a Roma l'anno scorso ha fatto una brevissima nevicata...fecero talmente notizia quei 15 minuti di neve che in rete girarono una quantità impressionante di foto amatoriali. A presto Adriano, ciao

Stefania248 ha detto...

Roma la vidi una vita fa, vorrei tornarci!
Ciao Adriano.
:)

Ernest ha detto...

Roma bellllllllla!!!!!!!!!!

Sandra ha detto...

Quanto affetto in queste tue righe. Lo condivido in pieno.

Sandra ha detto...

Per Giacynta: secondo me è in Trastevere...ma puoi provare a vedere QUI

Carlo ha detto...

E' bello, per un romano, sentir parlare e, soprattutto, descrivere Roma da chi non vive in questa città.

Buona sera Adriano. Finalmente, trovo il tempo di ricambiare una visita ed un saluto a me fatti qualche giorno fa. Veramente, ho curiosato di tanto in tanto ma il poco tempo a disposizione e alcune lunghe discussioni (nel blog) mi impedivano di "entrare" anche con un saluto.... disdicevole.

Se i miei ricordi di adolescente non mi tradiscono, il 1971 fu l'anno in cui la neve, rarissimo evento, scese anche su Roma. Peraltro, vivevo in un quartiere periferico ad una decina di chilometri dal mare e credo di non sbagliare nel ricordare le battaglie a palle di neve, in strada, proprio per quell'evento!

Sui Colli Albani che noi definiamo anche "Castelli Romani", la mia prima vera nevicata da "cittadino dei Castelli" l'ho vissuta lo scorso anno! Memorabile! 15 centimetri!!

Ti lascio un saluto (finalmente) e buon fine settimana a te!

riri ha detto...

Un saluto ed un buon fine settimana:-)

Sile ha detto...

Conosco così poco Roma, mi sono tuffata volentieri nel tuo racconto, mi è piaciuto. Grazie. Ciao da Sile

Alberto ha detto...

Ogni tanto ci vado, e la prima cosa che faccio è dare una regolata alla mia andatura, abituata ai ritmi di Milano.

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Ci sono stata l'anno scorso, è una città bellissima, antico e moderno convivono in una simbiosi perfetta. Buona domenica.

Gabe ha detto...

grazie per aver partecipato al mio concorso natalizio, mi farebbe piacere vederti tra i follower del mio blog colorieparoledigabe
ciao

giulia ha detto...

Amo Roma e avrei voluto sempre andarci ad abitare.
Grazie per questo tuo post
Giulia

Raimondo ha detto...

Sono stato a Roma quando ero piccolo, troppo piccolo ... spero di ritornarci prima o poi