Pagine

giovedì 16 dicembre 2010

Questa sera ad Annozero

Poco fa ad Annozero il giornalista de "Il giornale" ha sostenuto che ci vuole mercato e flessibilità. Ma non é vent'anni che in Italia si fa mercato e flessibilità? Come mai aumenta la disoccupazione, allora?

Ed ancora. Precisa documentazione della troupe di Annozero sulle violenze del 14 dicembre a Roma. Sacrosanto e giusto condannare gli atti di teppismo. Ci mancherebbe altro.

Ma c'é un'immagine che mi gira nella mente da circa le 21 di questa sera. Cinque guardie di finanza che manganellano un giovane disteso a terra. Un agente gli passa anche sulla testa. E non é la prima volta che succede un fattaccio del genere. Non credo, ad usare un eufemismo, che si sia trattato di fare rispettare la legge.

Questo nostro Paese sempre più sinistramente va ad assomigliare all'America anni '60. Riusciremo a fermare la barbarie, dovunque alligni?

34 commenti:

web runner ha detto...

Son le stesse immagini di 9 anni fa, se vogliamo rimanere in Italia. Gli stessi provocatori, da una parte, gli stessi violenti repressori dall'altra. Cui prodest? agli stessi di allora, sempre scandalosamente in sella.

Sandra ha detto...

Sono le domande che ci poniamo... in molti?
Anche con un leggero ma strisciante senso di angoscia ed impotenza; e questo è anche peggio.

Alligatore ha detto...

Sì, ho visto pure io AnnoZero e mi è parso uno venuto dalla luna Porro. Il neoliberisimo è alla base della crisi attuale e se si vuole tentare di salvarsi bisogna fare marcia indietro (ammesso che ci sia spazio dietro), non continuare nella stessa direzione. Probabilmente la crisi a qualcuno rende.

Zio Scriba ha detto...

Che poi non si capiscono più le competenze di tutte queste branche di sbirri. Ma le guardie di finanza non dovrebbero indagare su appalti e subappalti zozzi dei pezzi di merda iperliberisti che sappiamo, invece di manganellare la gente per strada?

Sileno ha detto...

Pure io ho visto Anno Zero, non mi è sembrata una trasmissione molto edificante, sia per le intemperanze di un ministro, sia per il tizio che mellifluamente dice agli studenti che i loro peggiori nemici sono gli anziani, perché percepiscono la pensione, non una migliore distribuzione della ricchezza, ( nella quale ci potrebbe stare anche un discorso pensioni),non delle nuove politiche del lavoro, non una lotta all'evasione, non nuovi finanziamenti alla ricerca, non rivedere i benefici stratosferici versati al Vaticano, ma togliere le pensioni.
Non ho parole!

federica ha detto...

anche io ho visto Anno Zero..ohhhh...eppure si..ohhh anzzzi che si..e vorrei dire che concordo pienamente con il piano di sopra agggiungendo che fino a quando il paese sara' ricco di elementi come alcuni presenti in trasmissione il nostro bel paese affoghera' sempre piu'..seeeempre piu'...e si...eppure si..mmmm...eppure una vocina dentro la mia testa mi sussurrrra una strana cosa "fedeeee tanto la poltrona occupata rimarra' tale perche' la gente arivota seeempre le stesse personeeee...ohhhhh..ok....ok....allora sono tutti bla bla bla..strano che ancora fanno chiudere Anno Zero..mmm...poco ci manca...!!!!
*___* *_____+ *_______*

norberto minguzzi ha detto...

Direi che sarebbe auspicabile ricominciare da zero. L'anno? Il prossimo non è poi così lontano.

I am ha detto...

Non ho visto anno zero, ma dai vostri commenti deduco che la frutta l'abbiamo finita da un pezzo!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Proprio pochi secondi fa ho pubblicato dei dati poco confortanti.Il nostro Paese è spaccato;certamente la violenza e sempre da condannare e spero che la magistratura faccia luce .Quella però che non mi piace assolutamente è la mancanza di rispetto da parte di certi politici,che accendono gli animi e non sono certamente d'esempio in questi momenti. Serena notte a presto

maresco martini ha detto...

Ma la guardia di finanza non dovrebbe cercare altro invece di impiegarla contro gli studenti? Gli mancherà il lavoro? O il recupero delle evasioni fiscali chi le deve fare?

Alessandro Cavalotti ha detto...

Ho visto adesso i sampietrini verbali che La Russa ha lanciato contro lo studente. Poi ci si stupisce se qualcuno scende in strada e spacca tutto. Ci gonfiano come pentole a pressione, prima o poi qualcuno salta. È una legge fisica.

riri ha detto...

Ciao, spero riusciremo a fermare la violenza dilagante..a volte è difficile non rispondere con violenza e porgere l'altra guancia, nessuno è un santo, ma le forze dell'ordine sono + squadriste dei fascisti stessi, si sentono onnipotenti e protette...soprattutto se un ragazzo rimane solo e questa è pura e semplice vigliaccheria!!!

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

è pazzesco che ci sia gente che possa considerare la russa un politico. a uno psicopatico del genere che non riesce a far parlare un ragazzo che per la prima volta va in tv (quando lui invece c'è sempre) dovrebbero dare una camicia di forza, rinchiuderlo e gettare la chiave

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Finiamola però di dire che i danni li ha provocato un gruppetto di provocatori, quelli sono manifestanti veri e, per quanto qualcuno possa storcere il naso perchè non ama la violenza, come del resto non la amo io, avevano ed hanno ragione da vendere.
Non cadiamo quindi nella trappola di dirottare la discussione dal merito dei problemi a come viene espressa la protesta.

Sile ha detto...

Premetto non ho visto Anno Zero. Purtroppo si vedono sempre più spesso questi episodi. E' un sacrosanto diritto scendere in piazza e manifestare, è una libertà che nessuno può toccare. Cosa rimane a noi cittadini se non questo? Forse la libertà di voto? Cambiare sponda per sperare che cambi qualcosa?
Il problema reale è la inettitudine di chi ci governa...il problema reale è che la mancanza di capacità porta la debolezza e la prevaricazione su dei ragazzi che scendono in piazza a dire la loro. E' semplicemente un atto che manifesta sia una grande debolezza e soprattutto uno spregio per la libertà d'espressione, ma anche il segno di quanto è considerato il valore della vita umana da parte di chi dovrebbe occuparsi del bene della comunità. C'è poco da stare allegri!!!!!!!!!!!!! Grazie Adriano per il tuo contributo.

maria ianniciello ha detto...

Riusciremo a fermare la barbarie???? Bella domanda! Spero, mi auguro di sì.

Pupottina ha detto...

ciao
eccomi per un saluto al volo

buon proseguimento ^_________^

Nounours(e) ha detto...

Stanno finendo i denari "fittizzi" peraltro. La torta si è rimpicciolita e non è più di sapore così dolce, comunque se la vogliono tenere loro e meno la spartiscono e meglio è anche fra di loro, dunque: litigi e colpi bassi senza ritegno.
Loro=politici e banchieri e gruppi economici.
Noi=persone povere e in via di impoverimento.
Che non si pensino i piccoli borghesi che Berlusconi e quelli come lui, si preoccupino di mantenere il loro più o meno piccolo benessere economico (casetta, orticello, giardinetto, la barchetta, il fuoristradino),tutto questo andrà piano piano a sparire e se ne vedranno di cose truci, purtroppo!Quello che spero io è che si ritorni a comprendere la parola "solidarietà" perché oggi è molto pronunciata ma poco capita e praticata.

ady happyborn ha detto...

guardavo anno zero e pensavo al tuo post precedente...sapevo che ne avresti parlato

Ernest ha detto...

immagini terribili... come quella di un ministro che si dichiara tranquillamente fascista!
un saluto

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

Concordo con Vincenzo e resta il fatto che oramai la guerra é davvero aperta. E questo é un dato oggettivo, piaccia o no.

E la situazione nazionale diventa sempre più preoccupante sotto ogni aspetto.

Hobina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Hobina ha detto...

Visto anch'io ieri: scandaloso il comportamento di La Russa sia verso Di Pietro che verso lo studente, patetico quando si è messo a leggere il Financial Time... Questi continuano a non capire che la misura è colma; altro che guerriglia urbana, qui si rischia seriamente di tornare agli anni di piombo. Mi dispiace per chi ha subito i danni a Roma, ma se non ci fossero state quelle immagini già non se ne parlerebbe più...

zicin ha detto...

E' vero, la barbarie dilaga...
Spesso la violenza( sempre da condannare) è addirittura fine a se stessa.
Spero che le cose cambino e velocemente.
Il nostro Paese è nel bel mezzo di una crisi molto profonda e i politici invece di assolvere il loro mandato fanno tutt'altro...

... daisy... ha detto...

Questo nostro paese va sempre più ad assomigliare all'Italia del fascismo (detto anche dai miei che lo hanno vissuto, poveri...) :-S

Tina ha detto...

Concordo pienamente con Vincenzo, sono due anni che protestano e nessuno li ha voluti ascoltare, ora non è il caso che il governo e una parte di opposizione si mettano a pontificare...sono gli ultimi che possono farlo.

cosimo ha detto...

Negli Stati Uniti d'America ancora oggi le forze dell'ordine, in occassioni del genere o in ambieti chiusi, dove non si può chiedere "scusate perchè state facendo questo?" prima menano tutti, ma proprio tutti. Poli li portano via davanti ai giudici. Anzi in ambienti chiusi chiudono preventivamente gli ingressi proprio per fermare tutti, buoni, brutti, belli e cattvi. E quella é la terra di maggiore democrazia.
Buon fine settimana e sereno Natale.

Baol ha detto...

Spero tu ti sia risparmiato la follia di La Russa

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Mi trovo molto d'accordo con le tue considerazioni e poi spesso in questi casi, le forze dell'ordine non danno proprio quel buon esempio che dovrebbero dare.

Ambra ha detto...

In Italia la situazione è angosciante. Ho un senso di impotenza e non posso che restare muta davanti alla tua dommanda "Riusciremo a fermare la barbarie?"

Alberto ha detto...

Spetta ai ragazzi scegliere gli strumenti della loro lotta, perché è la loro lotta. A noi rimane solo scegliere se stare con loro o contro di loro: non diventeranno mai come noi vorremmo che fossero.

Maraptica ha detto...

I castigatori di V x Vendetta... perchè non posso fare a meno di pensarci?! Ciao

Archimede mancato Pitagorico ha detto...

una parola...che casino

mark ha detto...

Le opinioni fioccano, come la neve, alcune intrise di strati di superficialita e non conoscenza delle situazioni, altre che colgono il centro passando inosservate....la cosa che mi lascia interdetto è la considerazione che si da ai programmi televisivi di ogni sorta dove i partecipanti sono i soliti frequentatori.
Non ho visto e sentito da nessuna parte l'indignazione per un ministro della repubblica che parla di "REATO POLITICO" in TV...e si pone l'accento su scontri ampliamente programmati come la scaletta televisiva con buona pace dei burattinai ben vestiti....prosit!!!