Pagine

lunedì 7 febbraio 2011

Parlando con un amico

Qualche giorno fa, assistendo ad un'interessante conferenza pubblica in cui era relatore, ho incontrato dopo qualche mese un caro amico, ben più anziano (spero non me ne vorrà!) di me, con il quale ho avuto modo di conversare prima e dopo quell'appuntamento. Già avevo minacciato scherzosamente di fare riferimento a lui in qualche mio post, dato che nell'attesa dell'inizio dell'evento mi aveva tirato in ballo di fronte ad altri amici e conoscenti per via delle coloriture umoristiche con cui andavamo non molti anni fa a dipingere, ormai stanchi, nei viaggi di ritorno certi personaggi e certe situazioni visti per motivi professionali in Costa Azzurra. Ma forse subito non aveva afferrato il senso della mia battuta, tanto da rimanere dopo stupito a fronte di qualche accenno alle mie attuali incursioni su Internet, probabilmente perché si ricordava di un mio uso del Web solo per lavoro, che tra l'altro l'aveva trascinato ad una collaborazione attiva per molte operazioni.

Senonché mi é arrivata abbastanza presto via email da parte sua una discreta mole di documentazione, di cui, la parte più significativa consiste senza dubbio nelle fotografie di pescatori in Arziglia di Bordighera, ritratti nel 1880 dal grande fotografo Alfred Noack, il cui archivio era andato distrutto in un incendio poco tempo dopo la medesima ripresa: in questa occasione, avendone l'autorizzazione, ne pubblico due.

Con l'abbinamento oggettivo di considerazioni, che già gli conoscevo, da lui esposte in pubblico quel giorno sul valore della conservazione di testimonianze locali, con il tacito invito a far conoscere altro materiale da lui indicato ed anche fornito, quale la traduzione di rare pubblicazioni inglesi di fine '800 riguardanti la botanica delle due Riviere, le stimolazioni  a scrivere qualcosa su questa nostra zona di frontiera non mi possono certo venire meno, a fronte altresì del fatto che non passa giorno, potrei dire, in cui  non venga ad apprendere qualcosa di vicende, di curiosità, anche di aspetti geografici, tutti a mio parere significativi. Come se da queste parti liguri ci fosse una miniera non ancora completamente scavata dai tanti pur autorevoli autori, non ultimi alcuni egregi blogger. Ed io, incauto, mi ci avvio sempre più dentro.

Il mio amico, che pur cura ancora diversi siti a forte impronta culturale, ha colto oggi l'occasione di una email, dovuta a motivi tecnici, per sottolineare l'importanza della discussione viva con le persone come fattore prioritario, trovando oggettivamente in me una porta aperta. E' un aspetto, quest'ultimo, che merita altre considerazioni. Che cercherò altre volte di svolgere. Di sicuro, forse in conseguenza di pregresse esperienze sul campo, non amo molto parlare di politica, anche in senso largo, se non in un rapporto diretto con gli interlocutori, pensando oltrettutto che dovrebbero esserne protagonisti donne e uomini più giovani di me.
Ventimiglia, zona di Grimaldi

Panorama da Colle Melosa, Pigna (IM)


53 commenti:

Tomaso ha detto...

Che belle queste foto della costa Ligure!
Tutto molto interessante caro Adriano.
Buona serata.
Tomaso

marcofreccero ha detto...

E' il bello del Web: costringe le persone a guardarsi attorno, a osservare l'ambiente, la storia più o meno recente. A capire cosa ci ha condotto sino a qui, facendo tesoro di quello che eravamo, per continuare a essere. Non numeri ma persone.

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

interessanti queste foto "documento".
Non perdiamo mai il senso del tempo andato! E' molto importante.ciaooo Adriano

robydick ha detto...

che meraviglia quelle foto dell'800! sono rimasto incantato. mi hanno ricordato "la terra trema" di visconti...
ciao

Sara ha detto...

Che belle immagini!è come se tutti quanti potessimo aprire un baule in soffitta per trovarci qualcosa di unico.
La nostra regione è davvero bella: da un capo all'altro!
Sara

maria ianniciello ha detto...

Infatti, sono molto belle queste immagini, come il tuo blog del resto. Il web ci avvicina verso luoghi a noi poco noti.

il monticiano ha detto...

Possibile che quelle due prime foto siano del 1880
oltre centotrenta anni fa? Sono bellissime.

giacynta ha detto...

Come tua lettrice, non posso che essere contenta dell'archivio di cui disporrai che mi consentirà di conoscere i tuoi luoghi e loro storia! Le foto sono davvero splendide ( anch'io ho avuto la stessa impressione di Robydick) e la tua prosa gradevolissima.
Un caro saluto,
Giacinta

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Molto belle queste immagini e grazie di averle condiviso con noi.Serena notte a presto

logos nella nebbia ha detto...

Bellissimo avere a disposizione un archivio fotografico così pregiato.
A parte il valore in sè, deve essere magnifico poter scorrere fra le mani attimi di vita di oltre un secolo fa. Per di più adoro il bianco e nero.
Conosco i tuoi posti e quella parte della riviera. Del resto abitando ad Alessandria non sono poi così lontano.
Mi piacerebbe se pubblicassi foto della zona di Dolceacqua, nel caso ne avessi.
Ciao

Lorenzo

trinidad ha detto...

Ciao Adriano:
Fantastic tutte le foto e il sito è molto bello, mi piace vista vecchia e attuale, dovrebbe essere un luogo ideale per trascorrere 15 giorni di vacanza ...
Con cordiali saluti, Mari Trini, Barcellona.

cristiana2011 ha detto...

Questo incontro mi sembra un'ulterire occasione per mostrarci la bellissima Liguria.
Sono nata a Genova ,ma sono cresciuta a Milano e m'interessa molto vedere delle immagini tanto belle della mia terra natia.
Cristiana

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Non l'ho mai confessato, ma per motivi romantici..non puoi capire quanto mi piace scoprire grazie e te la Liguria :)

Franz ha detto...

Anche a me, come nel commento precedente di "Il Monticiano" (se bel lo interpreto) meraviglia, in quelle immagini, l'atmosfera ormai preistorica di situazioni di lavoro e di vita distanti da noi solo poco più di un secolo.
Le nostre generazioni hanno vissuto delle trasformazioni colossali, ed ora è solo una minoranza di avveduti ad aver capito che la corsa sta per schiantarsi contro un terribile muro...
Un saluto.

angie ha detto...

mi sembra di sentire quel profumo misto di fiori, basilico, olive, fichi secchi e fuoco di legna tipico dei luoghi che mi ospitano ogni tanto, da quelle parti...
... ma, come diceva Aristotele? "L'uomo è per natura un animale politico"!

riri ha detto...

La descrizione di alcuni posti in Liguria mi fa un piacere immenso, è una regione bellissima e le foto antiche le danno un tocco magico:-)
Un caro saluto.

petrolio ha detto...

Gli abitanti della costa hanno sempre suscitato un fascino eterno… quel senso di frontiera, di appartenenza a due elementi contemporaneamente! Ci voglio tornare… Grazie, Adriano!

Alberto ha detto...

Le prime due due foto sono molto belle perché danno la sensazione del tempo di altri tempi quando questo tempo scorreva nel flusso naturale della vita e non era composto invece come oggi di segmenti spezzati che si affastellano e mal si congiungono.

L'ultima foto è il monte Pietravecchia fotografato dalla strada che va ai Gray. Ciao.

p.s. Tempo fa sono venuto in possesso di alcune copie del libro "Bordighera" con molte foto del fotografo storico della città Ezio Benigni. Se non ce l'hai già, la prossima volta che ci vediamo, te ne lascio un esemplare.

Davide. ha detto...

Davvero belle le foto. Ci fossero più Adriano Maini in Italia, sarebbe una sinfornia di tradizioni e memorie storiche. Chissà in quanti luoghi si nascondoni tesori insondabili che mai nessuno ci racconterà.

Tina ha detto...

Le pinacoteche ci raccontano la storia delle famiglie potenti, i graffiti nelle grotte l'uomo preistorico, le incisioni nei basamenti dei siti archeologici l'evoluzione dell'uomo, la fotografia ci mostra il salto in avanti dello stesso.

Le prime due mi hanno scaraventata nei ricordi di bambina, sulla spiaggia di Tore Faro guardavo le barche tirate a riva...come dice Alberto, sono fissati momenti di vita a passo d'uomo e non vita schizoide fatta di corse forsennate verso il non so dove.

Grazie di averle postate Adriano, la storia va sempre divulgata, senza la storia non ci sarà mai vera evoluzione.

Buona giornata amico mio

Sandra ha detto...

Considero un privilegio la possibilità di accedere, tramite te, a documenti di tale ricchezza e bellezza. La conoscenza dalla cosiddetta "grande storia" è povera cosa se non arricchita e compresa tramite, anche,la conoscenza degli avvenimenti che rigurdanano la quotidianità e il vivere giorno per giorno delle persone.

Ernest ha detto...

Sono foto meravigliose, le prime due poi...
un saluto

Francesco Zaffuto ha detto...

Che bella cosa parlare con un amico, avere un amico anche più anziano, è qualcosa di prezioso.
ciao

Zio Scriba ha detto...

Quelle foto in bianco e nero sembrano provviste di odore e di sapore, quasi lo si respira, e lo si ascolta come dentro una conchiglia, quel mare! Grazie anche stavolta, caro Adriano!

... daisy... ha detto...

che belle le foto in bianco e nero... wow nostalgia... bellissime!!!! Ricordi che sono fotografie nel cuore.

zicin ha detto...

Caro Adriano,
è bello ricercare testimonianze della propria terra perchè non vadano perdute.
Nella mia zona c'è un circolo culturale molto attivo che si occupa prevalentemente della storia locale, ivi comprese foto antiche.
Un pò di anni fa abbiamo allestito una sorta di mostra fotografica che è stata molto apprezzata.

Lara ha detto...

Bellissime: le prime due foto in particolare sembrano evidenziare il rilievo e la corporeità dei soggetti/oggetti.
Ammiro molto quanto hai scritto sulla importanza della discussione. Il tuo amico è un uomo saggio.
E' tuo amico :)
Ciao Adriano!
Lara

Massimo ha detto...

ciao Adriano,
leggo già un sacco di commenti sulle foto e non posso fare altro che associarmi. sono davvero bellissime, io poi in particolare apprezzo molto le foto d'epoca, come quelle che ci fai vedere...

ps: anche le nuove non sono da meno comunque !
ciao , stammi bene

Gabry ha detto...

Le foto d'epoca sono sempre belle perchè hanno un fascino tutto loro paticolare...

Un saluto e buona giornata!

Stella ha detto...

Mi associo ai commenti altrui: foto impagabili!!!

il giardino di enzo ha detto...

Quando guardo le foto di famiglia, quelle in b/n scattate con la Ferrania agli inizi dei '60, la mia mente entra in un territorio speciale e unico, fascino e nostalgia vincono su tutto.
E così tutte le foto "antiche", che come dice perfettamente Alberto, mi/ci portano a quando il tempo era tempo, oggi non c'è più tempo.
Ciao, e grazie

Milvia ha detto...

Il fascino di quelle vecchie foto è incomparabile. Mi fanno venir voglia di renderle vive e parlare con quei pescatori, e sedermi accanto alla donna che rammenda le reti e condividere, con lei, il rumore del mare.
Ci sono poche cose preziose come la conservazione della memoria.

Ciao!

Silvia ha detto...

Sono delle testimonianze bellissime, ringrazia il tuo amico.

Maraptica ha detto...

Le foto d'epoca mi fanno sempre emozionare un pò e poi, se continui a postare immagini così della Liguria, mi toccherà venire a vedere con i miei occhi! Un saluto

TuristadiMestiere ha detto...

bellissime le foto che hai postato, Adriano! Raccontano un tempo che fu e che non dovremmo dimenticare. Io ho delle belle foto in bianco e nero (più recenti, ovviamente) di mio nonno mentre soffiava il vetro per mestiere: mi incanto sempre a guardarle. Non fanno parte "solo" della storia della mia famiglia, fanno parte di una storia più ampia, del mio paesello e di molti concittadini che a far quel lavoro ci hanno rimesso la vita.

Nounours(e) ha detto...

Ciao Adriano, non saprei che aggiungere a quanto detto. Sono magnifiche immagini! Anche i tuoi testi.
:)

Carlo ha detto...

Ciao Adriano e buona serata.

Aspetto, ovviamente, di conoscere le tue considerazioni sull'affermazione del tuo amico ma, nel frattempo, ti dico che mi è piaciuta molto la stessa, perché ricorda quanto sia importante, definendola fattore prioritario, la discussione tra persone.

E' qualcosa che si dovrebbe perseguire nel quotidiano. Personalmente, con enorme difficoltà, ci provo nella vita reale dove, però, sembra che tutti vadano di corsa, assenti, distratti, concentrati sui loro problemi. Forse, è per questo che la nostra società sta messa maluccio!!

Va, invece, molto meglio qua in rete dove ho l'opportunità di, appunto, confrontarmi ma, soprattutto, fare piacevoli incontri con persone virtuali o scoprire preziosi documenti come queste foto pubblicate da te.

Quelle in bianco e nero, poi... che nostalgia lo scomparso ma sempre artistico b/n!!!

Tutto questo, ha un'importanza ancora maggiore perché, poi, è un'esperienza che trasferita nel quotidiano, arrichisce non solo noi stessi ma anche il mondo che ci circonda.

E il cerchio virtuoso si chiude!!

Carmine Volpe ha detto...

le foto di una volta il bianco e nero sono l'imamagine più vicina di come eravamo se riusicte sarebbe bello rifare nelle stesse posizione le foto di oggi facendo vedere il percorso storico

silviomini ha detto...

Mi permetto solo una nota. Non solo la riviera ligure è uno scrigno: un po' tutto il mondo può narrare storie infinite. Nei grandi centri ci sono i fatti a sviluppare le trame; nei piccoli nuclei la fantasia e il dettaglio a riempire i vuoti.

@Carmine Volpe: il fotografo Riccardo Carnovalini (www.paesaggioitaliano.it) ha percorso più volte a piedi la riviera ligure, facendo foto con la stessa angolatura dei fotografi del passato. Viste assieme le immagini documentano in maniera molto leggibile lo sviluppo diacronico del paesaggio

Michele ha detto...

buona serata
il mio blog si chiama http://pianetatempolibero.blogspot.com/
se ti va facciamo uno scambio link
ciao Michele pianetatempolibero

Renata ha detto...

Grazie per le foto e per il testo del post. Un intrattenimento costruttivo e gratificante davvero ! Meriti un abbraccio stritolante ! (;-)

Nicolanondoc ha detto...

Quoto Renata e probabilmente questa estate la mia truppa ed io approderemo sulle spiagge liguri.
Grazie e buona serata.

Costantino ha detto...

Belle foto della tua Riviera,un inno,anche se un po'complesso,all'amicizia durature,una enunciazione forte della propria cultura.

mark ha detto...

Le foto sono entusiasmanti, però l'incontro con l'amico regala sensazioni che riportano indietro nel tempo e colorano di immaginario il post.
Un caro saluto

giulia ha detto...

Qui da te, la vita acquista il vero valore del tempo. Un passato che si coniuga col presente e può diventare futuro, inun monto in cui tutto sembra spezzettato.
Grazie

Carmen ha detto...

Sono estasiata dalla tua prosa e, da ligure anche appassionata di fotografia, dalle immagini che hai postato, grazie Adriano! Buona domenica!

TuristadiMestiere ha detto...

un saluto di buona domenica sera, caro Adriano!

lui ha detto...

ciao..che belle foto...le prime sono davvero un momento passato che rivivono nelle foto... sono molto intense...e le altre sono belle per i colori del mare e del cielo...ciao..luigina

riri ha detto...

Solo un caro saluto e grazie:-)

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Ciao, le prime foto in bianco e nero sono molto belle, ma le ultime due sono un capolavoro, in particolare preferisco quella con la pianta di fichi d'india.

Pupottina ha detto...

wow che foto!!!

buon inizio settimana romantica!!!

Ambra dB ha detto...

Arrivo troppo tardi e non farei che ripetermi. Ma mi associo in modo particolare al commento di Sandra che condivido pienamente.

Il Ballo dei Flamenchi ha detto...

interessante scenario per un ipotetico romanzo :)