Pagine

venerdì 18 febbraio 2011

Passeggiando lungo il mare

Passeggiando lungo il mare, mi guardo ben bene intorno, ma incontro anche diverse persone con cui scambiare le tradizionali quattro parole. Il panorama verso la parte di confine di Ventimiglia e la Costa Azzurra é notevole ed invero anche in tutt'altra direzione le colline e le montagne, così come dal basso - non certo a dimensione intera - possono essere scorte,  conservano un certo loro fascino. Il tutto rappresenta un po' i miei luoghi, che cerco di vivere scevro da enfasi particolare, pur sapendo che molti artisti, grandi o minori non importa, li hanno a più riprese immortalati. Del resto, una volta di più mi viene da ripetere che ogni posto, se osservato attentamente, può suscitare trasporto verso la storia e la cultura.

Con buona visibilità, non però quella degli ultimi giorni, forieri di una pioggia poi infine arrivata, si possono infatti intravvedere alte cime delle Alpi Marittime che scorrono in lontananza. Il nuovo raccordo di pista pedonale tra Bordighera e, ad ovest, Vallecrosia, offre la possibilità di nuovi, ancorché striminziti scorci, a chi, come il sottoscritto, in oggi preferisce non staccarsi troppo da dove battono le onde.
La nuova passeggiata a mare Bordighera-Vallecrosia

La nuova strada (non ancora ben nota e, per una curiosa coincidenza, proprio l'altra sera ho salutato per telefono un vecchio "commilitone" di Ventimiglia dei tempi della vendemmia in Francia, in quel momento in visita ad un comune amico di Parma, dandogli nell'occasione ragguagli in merito) induce invero nuovi visitatori da tutta la zona, compresi gli abitanti di Bordighera, che hanno da tempo ed in genere ampiamente trascurato la loro vecchia bella passeggiata, quasi riservandola a quel certo congruo numero di turisti, i "foresti", per lo più pensionati, normalmente registrabile tutto l'anno. Di qui la possibilità, specie di domenica, di tanti scambi, non solo di saluti, ma anche di racconti che, inevitabilmente, traggono spunto e dal mare e dal panorama.

Mi risulta, poi, più congeniale seguire questo nuovo tragitto per sbrigare, se così si può dire, faccende di vario tipo. Ad esempio passare a salutare nel vicino comune amici nel circolo dove giocano a carte, prestazione cui da tempo mi sottraggo, perché pur amando lo scopone, la mia inveterata distrazione mi dissuade dal portare a sconfitta certa persone a me care o simpatiche. Ma può capitare che, di affabulazione in affabulazione, faccia perdere a qualcuno il turno al tavolo o ad altri di ritardarne il preventivato ritorno a casa.

Mentre me ne guadagno, io indigeno con abitudini pervicacemente da cittadino, tra le altre, nuove informazioni su quel paesaggio collinare e montuoso che mi sono riguardato colà pervenendo, ivi comprese nuove tacite indicazioni su limitrofi, ma impervi punti panoramici, che so già difficilmente andrò a salire.

O ne riporto altre notizie, che mi confermano quanto già sentito putacaso da altro conoscente proprio deambulando su quel pezzo di litoranea, circa i danni che la proliferazione dei cinghiali provoca nel nostro immediato entroterra, anche con la devastazione di vigne del pregiato vino Rossese e con il crollo di tanti secolari muri a secco, che forse nessuno é più in grado di ricostruire.

Ed ora, passeggiando comodamente lungo il mare, in poco più di mezz'ora mi ritrovo da casa alla  foce del torrente Nervia, confine orientale di Ventimiglia, ma soprattutto in quel punto oasi naturale che merita ben altra penna della mia per una degna descrizione. Nella zona circostante il sottoscritto, ed ancor più la famiglia, ha abitato a lungo, ma, fattore ancora più importante, si sono svolte vicende di rilievo storico, di cui la più nota, ma non l'unica, é attestata dagli scavi archeologici e dal teatro della Ventimiglia di epoca romana.

Foce del torrente Nervia


42 commenti:

Michele ha detto...

beato te che abiti da quelle parti
indubbiamente belle
buona giornata
Michele pianetatempolibero

Zio Scriba ha detto...

le mie passeggiate attorno al lago sono bellissime, ma quanto invidio le tue lungo il mare, caro Adriano!

Francesco Zaffuto ha detto...

Mi hai fatto venire voglia. In marzo prenderò un treno da Milano e verrò a fare quella passeggiata... ma il mio occhio da turista non coglierà tutti gli aspetti da te narrati... sarà superficiale... ma data la bellezza del luogo potrò accontentarmi anche del superficiale.
saluti

Stella ha detto...

Hai descritto molto bene, amico mio!

cosimo ha detto...

Passeggiare lungo il mare é anche passeggiare lungo i pensieri, i desideri, i sogni. E' pure voler arrivare sull'orizzonte, anche oltre...!!

achab ha detto...

Ciao Adriano,che bello questo tuo modo di presentare il mare e questi posti,molto belli e ricchi di fascino.
Buona giornata.

Galatea ha detto...

Non c'è niente che riporti alla realtà vera, che riposa la mente e che sveglia dal torpore come un lungo sguardo sul mare, a me fa sempre questo effetto, non potrei vivere senza.

maresco martini ha detto...

-Penne ben più della mia- ho Adriano, ti leggiamo perchè hai -una penna eccezionale- come sono belli ed eccezionali i tuoi posti

Tomaso ha detto...

Caro Adriano, guardando queste foto, ricordo l'anno scorso che sono stato a Vallecrosia, li vive una sorella di mia moglie.
Ricordo con precisione che stavano terminando la passeggiata del lungo mare unendole assieme molto belle, forse ritornerò, ancora non lo so quando ma lo spero.
Buona giornata caro amico e grazie di aver condiviso con noi queste belle foto.
Tomaso

Ernest ha detto...

avrei proprio bisogno di un bel po' di passeggiate!

giacy.nta ha detto...

"Acque e terre" aria e luce e tu che ti guardi "ben bene intorno"...
Bacione

Trippi ha detto...

amo i due estremi della liguria. Bellissimo paesaggio, paesini arroccati, bel mare e bella gente

riri ha detto...

Ciao Adriano, un caro saluto e buon fine settimana.
Quando descrivi così le passeggiate in riva al mare mi assale un desiderio forte di spiaggia, onde, vento...Sei molto bravo a raccontare ti si legge volentieri:-)

TuristadiMestiere ha detto...

Caro Adriano ci hai presi tutti per mano e portati con te in una passeggiata che ho trovato così piacevole che non vedo già l'ora di tornare!

upupa ha detto...

...CHE BELLE IMMAGINI...fai sognare il mare!!!!!!!!!!

Massimo ha detto...

ah caro Adriano,
tu mi stai proprio invitando a venire da quelle parti.. devo dire che di Liguria so troppo poco... si, Genova e qualche passaggio nelle solite località famose, ma dovrei approfondire molto di più.
Beh, sei comunque un uomo fortunato. Vivere con il mare davanti sarebbe il mio sogno...
un caro saluto e un ottimo week end , ciao.

Sara ha detto...

Che voglia che ho di ritornare dalle tue parti! se non fossi così impicciata, accipichia!

zicin ha detto...

Caro Adriano,
belle le immagini ed ancor più bella la descrizione di questi luoghi.
Mi hai fatto venir voglia di mare e di sole, ma soprattutto di lunghe passeggiate.
Buon sabato.
A presto

il monticiano ha detto...

Leggendo mi sono trovato a passeggiare con te in quella bella passeggiata.

Ambra dB ha detto...

Sono passata di corsa per un saluto. Buona domenica.
Tornerò.

Alligatore ha detto...

...certe volte sono bianche
e corrono
e prendono la forma dell’airone
o della pecora
o di qualche altra bestia
ma questo lo vedono meglio i bambini
che giocano a corrergli dietro per tanti metri...
Le nuvole - De Andrè

giulia ha detto...

Come vorrei passeggiare anche io sul mare. Mi dà sempre molta pace.
Un abbracco

Stefania248 ha detto...

Beh bei posti, ricordo di esserci passata ma tantissimo tempo fa.
Complimenti per le belle fotografie, sai che amo i cieli azzurri pieni di nuvole!
:)

errebi ha detto...

Sono le tesse cose che succedono a me quando "ritorno" a casa agli Alberoni - Lido di Venezia- e tocco il cielo con un dito.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Io sono nato in una città sul mare e adesso vivo un bel pò lontano.Queste immagini sono stupende e ti viene propria voglia di queste lunghe passeggiate.Serena domenica a presto

Baol ha detto...

E' sempre un piacere leggerti! Ripenso alle mie passeggiate in riva al mare, Adriatico o Jonio che sia...

cristiana2011 ha detto...

L'anno scorso ho aiutato mia nipote, al termine della quinta elementare, a fare la sua tesina proprio sulla Liguria. Siamo andate, via Internet, dalle Cinque Terre su su fino ai "balzi rossi".Mi ci voleva, conosco bene la Liguria, ma ora sono ancora più a conoscenza della mia Terra, infatti sono nata a Genova.
Tu sei un ottimo 'inviato' giornalista,e gli enti locali dovrebbero farti scrivere i depliants per invogliare i turisti a visitare questa nostra eccezionale regione.
Cristiana

Paolo ha detto...

Passeggiare aiuta a togliere le impurità del vivere nevrotico.
Non hai foto degli scavi?

Paolo

lui ha detto...

ciao..che bella la tua descrizione da turista che guarda la natura con gli occhi dell'amore, descrivendo particolari importanti...ciao...che belle foto...ciao..luigina

Carmine Volpe ha detto...

spero di poterle fare anche io presto

Carmen ha detto...

Che magnifica descrizione Adriano, conoscendo alcuni dei posti di cui parli la nostalgia mi avvolge... Nervia, invece, in questo momento alimenta in me altri pensieri,come puoi ben immaginare legati al lavoro. Buona settimana caro, a presto! Carmen

Maraptica ha detto...

E cosa deve esser quando la luce rivela e denuda tutti i colori... Un saluto

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Un posto magnifico, le foto sono di superba bellezza.

theyogi ha detto...

splendido! immagino sia frequentatissimo dai podisti locali..... :)

riri ha detto...

Con queste belle immagini negli occhi ti auguro un buon inizio di questa nuova ed ultima settimana di febbraio:-)

Doriana ha detto...

Ma bello davvero questo tuo blog Adriano. Molti post hanno il taglio dell'autobiografico ma con un occhio sempre verso la tua terra, la Liguria del Ponente, magnifica terra con colori magnifici e con la dominanza dell'azzurro del mare.
Quasi fa da contraltare al Levante, più minuta, più pressata dai monti, ma sempre magnifica.
un bacione
Doriana

petrolio ha detto...

Il mare ha una voce suadente per convincerci ogni volta a far ritorno da lui, sempre diverso, sempre nuovo amore per 'lui'!!!! ****

Costantino ha detto...

Testo magistrale;bellissime fotografie.

Alberto ha detto...

Dici cose molto belle e se vuoi anche un po' romantiche ma questi posti hanno parecchi nei, grandi o piccoli a seconda dei punti di vista. Mi soffermo solo sul Nervia. Sono stati spesi alcuni milioni di euro per posare le condutture fognarie dei vari paesi in maniera da convogliare i liquami nel depuratore di Vallecrosia. La situazione è che nessun comune, eccetto Camporosso, è stato poi collegato e quindi la merda arriva alla foce così com'è.

Stella ha detto...

Buona serata, Adriano.

filo ha detto...

Ora manca solo la passerella "ecologica" che unisca le due sponde del Nervia.Io sono favorevole, certo, nel rispetto dell'ambiente ..sai poi che belle passeggiate, anche in bici!
Ciao Adriano.

Nounours(e) ha detto...

Ciao Adriano, come al solito sono in ritardo ed è già stato detto tutto quanto anch'io avrei detto. Mi stai invogliando a fare una puntatina di almeno qualche giorno. Finora ho visitato solo le Cinque Terre. Qualche bella passeggiata in riva al mare di Liguria sarebbe una gran cosa per la mia felicità.