Pagine

mercoledì 1 giugno 2011

Antichi boschi sacri

 

Con la sequenza di fotografie che qui si possono vedere cerco di dare un'idea approssimativa dell'ubicazione, a partire dalle spalle di e da Bordighera per proseguire a semicerchio verso l'Alta Val Nervia, della maggior parte del "sistema" di acque e boschi (i luci) sacri, che in genere i Romani, dopo la loro conquista, cercarono di ascrivere al loro sincretismo religioso.

 
L'immagine soprastante abbraccia virtualmente la maggior parte di una pineta che ancora sussisteva verso il termine del Medio Evo. Ed anche in questo punto c'erano acque sacre, come un po' lungo tutto il citato tragitto. Una mappa portava ancora di recente l'indicazione di Regione Luco per una porzione di territorio qui sopra seminascosta dall'ulivo.


Qui sopra, più da vicino l'aspetto attuale di gran parte della Regione Luco.

Vallecrosia


















Foce del torrente Nervia





















Camporosso
Dolceacqua
Isolabona
Castelvittorio e la zona di Lago Pigo
Il Toraggio

Ci sono, anche, per così dire, deviazioni dal percorso, che forse é più a forma di semisfera: ma per maggiori specifiche potrei sempre tornare sull'argomento. Lascio infine completare il tragitto con uno sguardo all'orizzonte montuoso, percorso lungo il quale ci furono altre piante ed altre acque venerate, fornendo qui un link ad un aspetto della complessa tematica, suscettibile, ripeto, di analisi più dettagliate, soprattutto in ordine al passaggio dal paganesimo al cristianesimo.


All'inizio, più o meno, del percorso da me tratteggiato, un po' prima di svoltare lungo il torrente Nervia, si situa l'antica Chiesa di San Rocco a Vallecrosia, che si ritiene sorga sul luogo topico per eccellenza dell'antichissimo culto, successivamente dedicato ad un tempietto di Apollo.


Ed infatti si é conservata, posizionata all'interno, una stele dedicata a questo dio.

Va da sé che i collegamenti che ho indicato sono tali solo per chi volesse saperne di più, mentre, in effetti, cercavo di comunicare l'emozione per vicende storiche che in gran parte ho scoperto solo di recente.






33 commenti:

Tomaso ha detto...

Bella carrellata di foto non resta altro che visitare quei bellissimi posti.
Buona serata caro Adriano.
Tomaso

cristiana2011 ha detto...

Tutto ciò che riguarda gli alberi mi affascina, così non mi resta che ringraziarti.
Cristiana

Ambra ha detto...

Certo, è emozionante scoprire i luoghi di antichi culti. Si comincia a sognare, a immaginare, a immedesimarsi in tempi e tradizioni ancora vive, in parte sovrastate da messaggi e culti di tempi moderni, ma sempre vive, finché ne resta traccia sulla terra o nella memoria.

Francesco Zaffuto ha detto...

Prendo qualche appunto e spero di passare da quelle parti.
ciao

Laura ha detto...

Bel reportage Adriano come sempre...e le foto con le nuvole...beh mi piacciono un sacco!

Alberto ha detto...

E che ti sei tenuto solo verso il mare, ché nell'interno di luoghi religiosi per culti precristiani ce ne sono qua e là, su alture a valloni.

Nicolanondoc ha detto...

Luoghi che hanno una storia antica, ma sono colpito, oltre alla tua dettagliata descrizione, dalle "acque", dal rispetto per questo elemento naturale e sacro, di vita.
Grazie Adriano, sei un vero maestro. Con simpatia, un caro saluto.

Krilù ha detto...

Sei una miniera di notizie interessanti e di belle testimonianze fotografiche.

Grazia ha detto...

Bello questo post di boschi e di acque, di sacro e di mistero. Spero che molto ancora sia sopravvissuto. Grazie

rosa ha detto...

E ci sei anche riuscito a comunicare l'emozione!
Belle anche le immagini, credo che prima o poi un giro da quelle parti sia assolutamente d'obbligo!

Una serata buona Adriano ;-)
Namastè

Sara ha detto...

Meravigliosa la nostra Liguria! Certo che nemmeno il tempio di Apollo vi siete fatti mancare!
Io comunque vanto un canale preferenziale per l'archeologia nei tuoi domini, lo sai!

gturs ha detto...

Quoto Alberto, più si va all'interno più si scopre quanta storia hanno questi luoghi da raccontare.
Roberta.

maresco martini ha detto...

Come sempre ci regali una lezione di storia e paesaggi meravigliosi

eustaki ha detto...

salve, alcune foto potrebbero essere sinopie per i paesaggi ponentini di ennio morlotti (ulivi a bordighera, cactus...)
un saluto

Ernest ha detto...

Meraviglia!!!

Mario Chiappini ha detto...

Ciao, Adriano, amo molto queste cose, in tutta Italia, ma in questo caso un pochino di più, perché anche se vivo a Erba ( Co ), sono spezzino.
Bello tutto, foto e didascalie. Tutto emozionante e poetico. Si percepisce l' atmosfera storica che vi è dietro.
Insieme ai miei ringraziamenti, tanta stima e cordialità.

zicin ha detto...

Mi fai venire voglia di andare a vedere di persona.
Grazie per le informazioni e le bellissime foto.

cosimo ha detto...

I boschi hanno la stessa magia del mare. Nascondono sempre qualcosa di prezioso.

giacy.nta ha detto...

Difficile trovare una così vasta documentazione su un centro. Cultura barocca è davvero prodiga di informazioni su ogni aspetto del paesaggio e della città. L'unico rischio è quello di perdersi. Preferisco, così,per il momento, lasciarmi guidare da te e dalle tue emozioni nella scoperta del tuo territorio. Un bacio

Carlo ha detto...

... e, in effetti, non ci si può che emozionare a leggere questi tuoi "resoconti" sulla zone degli antichi boschi sacri!!!

Ciao Adriano! Mi mancavano un po queste interessanti letture. Non che non abbia da leggere ma considerato il tempo sempre più tiranno, spesso tutto si limita ad un quotidiano... ed un pacchetto di fazzoletti per asciugare le lacrime che arrivano copiose quando si leggono certe pagine di politica!

Certo, alcune emozioni sono peraltro violente! Come quella provata nello scoprire una foto, mentre smanettavo tra i tuoi link, che riproduce la Torre de la Braya... scoprire "come" l'hanno "riadattata" e, soprattutto, cosa ci hanno messo davanti!! Un enorme viadotto che poco ha da spartire con le antiche torri "antiturchesche" che in quella zona esistevano!

Va beh... questo è il progresso! Proseguo nel curiosare tra i tuoi link e ti auguro buona serata!

Lara ha detto...

Rimango affascinata sempre, quando leggo di boschi, acqua, sacro.
E tu, Adriano, stai compiendo ricerche favolose.
Ciao,
Lara

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Molto interessante.Saluti a presto

Soffio ha detto...

Sempre interessante, tuttavia mi fa pensare a come in Italia, a differenza di tanti altri stati europei, si vedano costruzioni ovunque

Gabe ha detto...

una bella passeggiata naturalistica e culturale,corredata da foto altrettanto belle ,ciao Adriano,buon pomeriggio

Pupottina ha detto...

ciao Adriano
resto meravigliata ed incantata perché da te scopro di non conoscere tanti luoghi che andrebbero visitati e scoperti ^____^
anche le foto delle nuvole sono un incanto

ti auguro buon fine settimana

Giada ha detto...

Tema affascinante quello qui trattato, e non mi stupisco se ci fu un periodo in cui questi boschi vennero chiamati "boschi sacri".
Il passaggio dal paganesimo al cristianesimo è stato sottilissimo, oserei dire "variopinto", i vescovi si sono sbizzarriti parecchio nel cercare di cristianizzare feste in origine squisitamente pagane.
(P.S. sono alla pagina 150 di Imprimatur, non è per niente male!!! Mi ricorda un poco Il nome della Rosa, con la suddivisione in giornate)
a presto!!

Baol ha detto...

Ma che bella!!!

il monticiano ha detto...

E di certo ci sei riuscito benissimo a comunicare
l'emozione sia con le foto - che invidia ho, ma come fai? - sia con le tue dettagliate descrizioni.

riri ha detto...

..in questi posti perderei la cognizione del tempo, ma mi è già successo altrove..un incanto. Un cordiale saluto .

Gianna ha detto...

Sono venuta a rilassarmi da te, Adriano!

Anonimo ha detto...

Mi stò rendendo conto ke,anno dopo anno, i nostri bei boski s'impoveriscono sempre +, sia di animali selvatici, ke di vegetazione, ke di buoni funghi, così ricercati, quanto oramai tristemente rari & quindi ahimè cari, di conseguenza... e pensare ke basterebbe rivolgerci a loro con maggior rispetto & con la deferenza a loro dovuta, ke però oggi manca alla maggioranza dei visitatori delle nostre zone verdi, eppur tanto preziose !!!

Anonimo ha detto...

P.S. = Scusa, ma non mi accettava il commento, se non come Anonimo... boh !
Ciao carissimo amico, a presto spero !
FioreSanRemo

Michele ha detto...

ciao Adriano mi piacciono le tue foto
buona giornata Michele pianetatempolibero