Pagine

lunedì 25 luglio 2011

Maltratos de los conquistadores



 
 



Illustrazioni di Theodore de Bry pubblicate nella Brevissima relacion de la destruycion de las Indias de Bartolomé de las Casas, 1552

26 commenti:

Sandra M. ha detto...

Quanti orrendi delitti. Immagini più eloquenti di una qualsiasi foto.
Sandra

Tomaso ha detto...

Ci fa molto riflettere, che nei tempi remoti di 500 anni or sono la civiltà di allora si macchiasse di simili orrendi delitti.
Buona settimana cara Adriano.
Tomaso

Gianna ha detto...

Senza parole...

Adriano, grazie delle tue visite molto gradite.

stefitiz ha detto...

però, pensavo fossero solo stampe fini a se stesse, invece leggo che sono state pubbblicate. Purtroppo son cose che si conoscevano già....

I am ha detto...

La storia non insegna proprio niente...

il monticiano ha detto...

Quelle immagini dicono più delle parole.
Rammentano le "gloriose gesta dei conquistatori" in ogni parte del mondo.

Massimo Caccia ha detto...

Tragedie che si tende a dimenticare. Tragedie che, purtroppo, si ripetono.

theyogi ha detto...

'effetti collaterali' della colonizzazione... si sarebbe detto allora! da brividi.....

maresco martini ha detto...

Dicianmocela tutta: andavano a portare la fede oltre che a raziare tutto.

il giardino di enzo ha detto...

Quanto mai attuale.
O pensiamo che nelle varie guerre sparpagliate a cui con disonore partecipiamo ci si prenda a schiaffi?
Ciao Adriano, come sempre le tue pagine fanno riflettere. Buone cose a te!

Giada ha detto...

Sarebbe interessante anche leggere le testimonianze scritte di quegli eventi. Come tentavano di giustificare questi massacri ingiustificabili?
Grazie per questa testimonianza - non bisogna dimenticare il passato, anche se orrendo come in queste immagini. E nonostante tutto gli orrori si ripetono, ogni volta con una scusa diversa...

Gabe ha detto...

immagini orrende,che purtroppo non sono da archiviare,in ogni guerra,anche oggi,queste scene si ripetono e non dobbiamo ignorarlo,un caro saluto ..in ripartenza

Sileno ha detto...

Un europarlamentare italiano commentando il massacro dei giovani norvegesi, affermava che :
"Quelle espresse da Anders Behring Breivik "sono posizioni sicuramente condivisibili".( si legge sul sito TGCOM), come pensate si comporterebbe questo tizio se avesse la gestione del potere?
E siamo nel 2011!

Massimo ha detto...

a proposito delle grandi "civiltà" che colonizzarono il mondo... e che ancora pretendono di farlo in nome dello "sviluppo".

un caro saluto Adriano, ciao a presto

sirio ha detto...

E' purtroppo l'amara verità di come i conquistadores annientarono più di una civiltà,accampando come pretesto anche l' "evangelizzazione"...e mi fermo qui!

Grazia ha detto...

Immagini che valgono più di mille parole, una vergogna che dura ancora.Fai bene a pubblicarle.La memoria va tenuta viva, sempre.

Pupottina ha detto...

abbiamo studiato storicamente questo periodo quando eravamo a scuola, ma niente rende meglio l'idea di queste illustrazioni...

Licia Titania ha detto...

Immagini dalla grafica elegante, che vanno riguardate per cogliere tutto l'orrore che denunciano. Pur essendo completamete diverse, per stile e per epoca, mi hanno fatto pensare a quelle di Botero che ho visto recentemente alla mostra "I Giusti", su Guantanamo.

Tina ha detto...

Allora li cristianizzavano e poi li massacravano in nome di dio, oggi li massacrano in nome della democrazia, sempre esercizio di "nobili ideali" sulla pelle degli altri.
Questa pagina la conosco benissimo, ma le immagini non mi erano tutte note.
Grazie Adriano, venire a lezione da te è sempre un piacere ;-))

La lanterna dei sogni ha detto...

Quante atrocità hanno commesso anche questi conquistadores.
Poveri indigeni!

TuristadiMestiere ha detto...

capirai!!! Per una "filologa" come me, solo il pensiero di avere tra le mani un libro antico mi fa commuovere!!! Splendida iniziativa quella di digitalizzare i libri...ah che tuffo nel mio passato universitario!

TuristadiMestiere ha detto...

e certo però che sono stati davvero crudeli verso gli indigeni, spessissimo inermi di fronte alle armi, all'astuzia, alle malattie, alla cattiveria...Tempo fa lessi un romanzo molto bello di Isabelle Allende (Ines dell'anima mia) sui conquistadores, un pochino romanzato e abbastanza "addolcito", ma nonostante questo già sufficientemente esplicativo della violenza e dei metodi degli spagnoli verso i legittimi proprietari delle terre che andavano razziando e "conquistando"...

Stefania ha detto...

Ciao Adriano,
grazie di cuore per essere passato a salutarmi, e scusa se io lo faccio con eccessivo ritardo, ma il lavoro mi porta via molto tempo ... e molte forze ! Le immagini che proponi in questo post ci fanno ricordare che il mondo è pieno di falsi eroi ... eroi che mascherano la brutalità, con parole in nome di Dio, della libertà, dell'indipendenza ... ma questi crimini orrendi non sono effettivamente l'opposto? un controsenso con i fiocchi? ... dai il potere ad un singolo uomo e ti mostrerà tutta la sua cattiveria ... giusto? a presto.

Gabry ha detto...

In nome della fede hanno razziato saccheggiato ed ucciso....questo ci deve solo far riflettere.

Un saluto Adriano, buone vacanze e a rileggerci a settembre!

maria ianniciello ha detto...

Salve Adriano. Grazie per questo post puntuale e illuminante. Saluti. Maria

Alligatore ha detto...

Effetti collaterali' della colonizzazione, avranno detto allora i potenti del tempo. Quoto theyogi.