Pagine

mercoledì 24 agosto 2011

Quelle antiche mura di Oneglia

Ho trovato casualmente, mentre volevo approfondire su Cultura-Barocca altri temi, un importante riferimento agli antichi bastioni di Oneglia, che con Porto Maurizio e altri piccoli centri da quasi novant'anni fa parte di Imperia.
Riporto qui la pagina in questione, mentre, avendo a disposizione la cartografia di cui sopra, non ho resistito alla tentazione di riguardarmi in linea di massima lo stato attuale dei luoghi, tenuto altresì conto del fatto che in certi consistenti punti i vecchi manufatti dovrebbero essere ancora di supporto a costruzioni più recenti. Un aspetto, quest'ultimo, molto comune nel nostro Paese.
La calata G.B. Cuneo. Su un muro la lapide che ricorda il bombardamento della flotta di Luigi XIV.
La casa di sinistra, nell'ultima immagine sin qui vista, é quella dove nacque Edmondo De Amicis.
Questa, in parte, la zona del Convento.
Il campanile é quello del Duomo di San Giovanni.
Fuori dal circuito delle mura, il campanile della SS. Annunziata.
Il ritorno al tratto, minimale, ma ben visibile come tipologia, dei bastioni, situato ad est.
Su un muro a fianco del Duomo una riproduzione specifica da un'opera che ho già citato altre volte, il "Theatrum Sabaudiae" del 1682, riproduzione che colloca il porto dell'epoca più a occidente e evidenzia, dove prima sorgeva il castello dei Doria, il Convento di San Francesco di Paola.

Un viaggio molto di fantasia, insomma, il mio.


15 commenti:

giacy.nta ha detto...

Quanti liguri tra gli scrittori! Chissà se e come la peculiarità del paesaggio finisca per giocare un ruolo anche in questo.
Buona giornata,Adriano!

Ambra ha detto...

Si, un viaggio di fantasia, ricco di spunti e memorie "letterarie" come sono spesso i tuoi splendidi post.

Tomaso ha detto...

Caro Adriano le belle foto che ci hai documentato sono bellissime, grazie di tutti i documenti che regolarmene ci mostri.
Buona giornata caro amico.
Tomaso

Adriana ha detto...

La fantasia è ciò che ci guida nei viaggi più belli :-)
Buona giornata Adriano!

Pupottina ha detto...

ciao Adriano
questo viaggio fotografico con il tuo racconto guidato mi ha fatto conoscere Oneglia con tutti i suoi punti di riferimento importanti, artistici, storici e letterari

^___________^

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Un gran bel viaggio.Saluti a presto

zefirina ha detto...

viene sempre voglia di usare i tuoi post come spunto per un viaggio

Zio Scriba ha detto...

Con te è come essere presi per mano, e farsi una passeggiata, al tempo stesso bella e istruttiva, nella tua Liguria. Che dirti se non Grazie?

TuristadiMestiere ha detto...

mi piace mi piace confrontare ciò che era con ciò che è! Pensa che a Siracusa, nel Castello Maniace, c'era una mostra con foto d'epoca accanto a foto contemporanee che "raccontano" come è cambiato il paesaggio urbano con gli anni. In alcuni casi sono state preservate le strutture originarie, in altri, sono state inglobate dalle costruzioni più recenti. Purtroppo ci sono anche evidenti esempi di scempio, con l'abbattimento degli edifici pregressi...Bravo Adriano, "semini" sempre spunti lungo il tuo cammino!

il monticiano ha detto...

La descrizione così dettagliata di Oneglia quale parte di Imperia è un invito a doverla visitare
per chi può naturalmente. Io mi contento di quanto è contenuto in questo tuo post.

Sileno ha detto...

Anche dalle tue parti, la bellezza della natura unita al sudore e alla fatica di tante generazioni, hanno trovato in te un cultore e divulgatore della storia locale.
Ciao

I am ha detto...

Sto conoscendo la "tua" Liguria in modo mirabile ed è bello essere accompagnati da te, dalle tue pacate descrizioni.
Buona notte Adriano

Pixia61 ha detto...

Che belle foto Adriano....qui da te si viaggia che è un piacere!! :) .....sai mi chiedevo....chissà se tra quelle antiche mura si aggira qualche presenza ectoplasmatica?


Baciotti by Pixia!! :)

Renata ha detto...

I tuoi inviti a camminare con te arricchiscono l'anima. Per me che ho rinunciato forzatamente ai viaggi, é entusiasmante farli qui, con te, senza l'ingombro delle valige. Grazie Adriano.

Giada ha detto...

Anch'io attraverso questo post ho potuto fare un viaggio di fantasia - un bellissimo viaggio, tra l'altro, che ho davvero apprezzato.