Pagine

domenica 11 novembre 2012

Alla riscoperta della mitologia


Sirene. 

Immagine ripresa, al pari di quelle che seguono, da questo sito tedesco.

Le incisioni sono di Bolognino Zaltieri per l'edizione veneziana del 1571 di "Imagini" ("Le imagini con la spositione de i dei de gli antichi" raccolte per Vincenzo Cartari, Venetia, F. Marcolini, 1556) di Vincenzo Cartari, dedicate a Luigi d'Este non ancora cardinale. 

Cartari, nato a Reggio Emilia intorno al 1531, legato per tutta la vita, come già la sua famiglia, agli Este con i quali svolse intensa attività diplomatica, scrisse altri significativi testi, tra cui la prima traduzione in lingua moderna (nel caso, italiano) de "I Fasti" di Ovidio.


Arpie e streghe, sempre dalla medesima opera.


Ancora, Nettuno e Afrodite.

Le icone di "Imagini", derivanti, al pari dei testi, in modo mediato da fonti antiche e medievali, furono per due secoli modelli per diversi artisti (ad esempio Carracci, Poussin, Rubens).
Alle "Imagini" si ispirarono anche molti coreografi dei masques inglesi e di cortei e feste mascherate del tardo Rinascimento.
Il successo di "Imagini" non venne offuscato nemmeno dalla pur fortunatissima Iconologia di Cesare Ripa (apparsa a Roma nel 1593), molto più coerente con i principi ed i gusti artistici della Controriforma.



23 commenti:

il monticiano ha detto...

Che strane ma belle queste "imagini" mitologiche.
Sai proprio scegliere bene nel mazzo.

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Quelle della seconda foto mi mettono un po di timore. Buona domenica pomeriggio.

zefirina ha detto...

i miti e la loro rappresentazione sia grafica che dipinta mi ha sempre incuriosito e affascinato

Gianna ha detto...

Immagini sorprendenti...

Tomaso ha detto...

Immagini che se ti metti a pensare poi ti sogni alla notte.
Buona serata caro Adriano.
Tomaso

Grazia ha detto...

Bellissime davvero le" Immagini" di Cartari: mondi fantastici che si intrecciano col nostro e che fanno sognare...

Ambra ha detto...

Era l'età dell'oro, quando si creavano opere che ancora oggi stupiscono per la loro bellezza e particolarità e per gli attributi che le distinguono.
Bellissimo post.

Krilù ha detto...

Mi innamorai della mitologia greco-romana accedendo alla Scuola Media (prima non ne conoscevo l'esistenza9 e il suo fascino non mi ha mai abbandonata. Molto belle queste antiche rappresentazioni dei miti. Ma dove le scovi queste "chicche"?

Tiziano ha detto...

Ciao Adriano belle queste immagini la mitologia mi
a sempre affascinato.

Sileno ha detto...

Straordinaria bravura dell'artista!
E complimenti al divulgatore

riri ha detto...

Belle ed inquietanti a volte, le immagini mitologiche..un gran fascino per me.

Ti abbraccio.

mr.Hyde ha detto...

Magnifiche! Amo la mitologia e le creature mitologiche.Nella prima immagine i poveri naviganti non hanno scampo: se sbarcano trovano le arpie, cadono in acqua sono in balìa delle sirene..

Enrico zio ha detto...

Ne avevano di fantasia! La cosa che mi fa sorridere è che alcuni di questi mostriciattoli erano stati generati dagli dei :-)
Ciao buona giornata
enrico

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Tavole di straordinaria bellezza.
Saluti a presto.

Sandra M. ha detto...

la tua sorprendente abilità nello scovare meraviglie ha colpito di nuovo. Queste immagini riaccendono il fascino che la mitologia ha sempre suscitato in me fino dalle elementari: in seconda la maestra ci leggeva , soprattutto di pomeriggio (allora si facevano i doppi turni per carenza d'aule) quando eravamo particolarmente stanche, bellissime "storie"...la mitologia , appunto.

CuorediSedano ha detto...

Un debole per le sirene e una preferenza per la prima, anche se tutte interessanti per riscoprire antichi splendori.
Buona giornata

Francesco Zaffuto ha detto...

mi ha ricordato anche le metamorfosi sempre di Ovidio. ciao

ombreflessuose ha detto...

Davvero belle, io preferisco Nettuno e Afrodite, poi queste Sirene a quelle della polizia e ambulanze e ancora queste Arpie e Streghe che fanno meno paura di certi personaggi di questa società alla deriva.

Grazie, caro amico, sei uno forziere inesauribile
Baci
Mistral

Nicolanondoc ha detto...

Un post interessante..come sempre del resto. La mitologia a volte fa sognare. Un abbraccio.

petrolio-muso ha detto...

Inutile dire che le incisioni rappresentano la sintesi del tratto per me, fondamentali.

nella ha detto...

Sorprendenti le tue ricerche Adriano, sempre interessanti ed istuttive..
Grazie infinite , caro amico mio....

Chris ha detto...

Articolo molto interessante Adriano! Mi ha tenuto incollato fino alla fine! Poi le immagini sono superbe! Grazie :-)

skip ha detto...

Sono molto belle queste incisioni. Pensa che le rappresentazioni delle fantastiche sirene si sono diversificate: in origine erano sirene-uccelli poi si è passati alle sirene-pesci.