Pagine

sabato 23 marzo 2013

Sasso


Sasso, Frazione di Bordighera.
























A poca distanza dal centro cittadino.























Ben visibile, ad esempio, durante i miei giochi estivi dell'infanzia, condotti nel cortile/spiazzo o davanti la vecchia Villa (si diceva, infatti, "andare sotto la Villa"), entrambi a margine da una parte del torrente Borghetto e dell'antica lavanderia, dall'altra di modeste abitazioni in affitto, tra cui quella di una nonna.























La Parrocchia di S. Pietro e di S. Paolo a Sasso é solo - faccio per dire! - del 1700.























Ma a metà 1500 Sasso - ritenuta sede più sicura - accolse le famiglie degli eroici difensori della finitima Vallebona, i quali, asserragliati nella chiesa fortificata di S. Lorenzo, riuscirono a mettere in fuga i pirati turcheschi di Ulugh-Alì (detto anche Occhialì), sbarcati ai Piani di Vallecrosia, ma i cui piani di razzia erano stati nell'occasione fortunosamente svelati per tempo.

Perché Sasso era una delle "Ville" (le altre, in approssimativo ordine geografico, da levante, Bordighera, Vallebona, Borghetto S. Nicolò, Vallecrosia, S. Biagio della Cima, Soldano, Camporosso; nelle denominazioni moderne, perché all'epoca alcuni di questi fonemi differivano) che diedero vita alla "Magnifica Comunità degli Otto Luoghi", sorta nel 1686 dopo sforzi di lunga lena dietro concessione della Repubblica di Genova a configurare un distacco - nel complicato quadro del diritto di quel periodo - amministrativo - subire meno balzelli! - dal Capitanato di Ventimiglia. Una esperienza di breve durata, travolta dalla conquista - in questo caso - della Liguria da parte della Francia Rivoluzionaria, ma molto significativa, sulla quale a questo link si possono rinvenire maggiori informazioni.























Sasso ha dato i natali, nel tempo, a personaggi importanti o alle loro famiglie, ma vado per il momento a ricordare solo la giornalista e scrittrice Irene Brin, figura in ripresa di attenzione anche critica, la quale nel borgo, dove é deceduta, ha lasciato un giardino, curato tuttora da eredi, che coltiva la vocazione di galleria d'arte a cielo aperto.



Un amico mi ha raccontato di vecchie partite, penso a livello amatoriale, di "balun", il pallone elastico, che si facevano un tempo nel paese: preso dalla sua conferma di coloriti trasporti popolari, a me già noti, per questo sport e dal racconto di episodi, come quello di un giocatore del posto in grado, alla battuta, di squarciare la palla, mi sono dimenticato di chiedere quante reti di protezione, data la conformazione di Sasso, usassero allora stendere...

Ma sulla vita di costume concludo sottolineando che l'ultima immagine attesta la vocazione della Pro Loco di Sasso alle sagre, tra cui tipica "A Berlecata", affollata notte bianca dei primi di agosto.



33 commenti:

Costantino ha detto...

In Liguria anche i piccoli paesi hanno fascino e storia, come hai perfettamente documentato.
E 'è anche un pizzico di magia.

Tomaso ha detto...

La lunga riviera, e i suoi paesaggi.
Belle queste foto caro Adriano.
Buona domenica amico.
Tomaso

Alligatore ha detto...

Belle storie e belle immagini, e sembra che sia già arrivata la primavera da te ....invidia.

mr.Hyde ha detto...

Che meraviglia..Le pietre, le murature in pietra, conservano e raccontano la storia dei manufatti come sono nati, cresciuti ,modificati..Nell'ultima splendida foto che si puo' anche ingrandire, si nota che il manufatto di partenza era una torre stretta e lunga (alla base c'è uno sperone di allargamento per migliorarne la statica, poi si nota una finestra circolare in alto trasformata in rettangolare, si legge un accostamento delle pareti murarie conseguente ad un ampliamento: ma sono le pietre a raccontarlo..

Grazia ha detto...

Questo paese è proprio straordinario. Non so come tu faccia, Adriano, a trovare sempre le immagini e le parole giuste per farci amare la tua terra!

Sara ha detto...

Ma che posto delizioso! una ennesima sorpresa!

Tiziano ha detto...

Luoghi che solo guardarli danno serenità
ciao buona domenica

Rosa ha detto...

ciao Adriano, affascinanti queste fotografie,complimenti, la villa e' stupenda in alto che domina tutto,le costruzioni in pietra creano un'atmosfera particolare, sembra che il tempo si sia fermato, interessante come sempre il tuo racconto, ciao buona domenica rosa.))

Adriano Maini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Adriano Maini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
adriana ha detto...

Ciao Adriano, ti chiami come me o io come te...sono arrivata solo adesso nel tuo blog, molto interessante e pieno di notizie...Questo "Sasso" sembra fuori dl tempo, ma del resto in Liguria sono moltissimi i luoghi così.
Grazie delle tue visite e buona domenica

Badit ha detto...

Bei luoghi e belle storie...contento di seguirti.
Ciao buona domenica

Gianna Ferri ha detto...

Anche l'entroterra ligure è da scoprire...

Tina ha detto...

Le strutture in pietra mi hanno riportata all'infanzia, nella Sicilia della mia infanzia ed adolescenza, pensa che dentro una chiesa di Gibilmanna è scoppiata la mia passione per l'archeologia.
Splendidi posti questi illustrati, credo sopravvivano perchè non affollati.

Buon resto di domenica Adriano ;-))

Krilù ha detto...

Nonostante gli scempi perpetrati nella tua bella Liguria dalla mano dell'uomo, e da te ogni tanto documentati, ti invidio per i luoghi belli e ricchi di storia dove hai la fortuna di vivere.

il monticiano ha detto...

Adria' come al solito i tuoi post sono una carrellata di meravigliosi ricordi e di bellissime foto.

Elio ha detto...

Bella relazione storica e foto superbe. Mi piacerebbe proprio vivere a Sasso, piuttosto che nella caotica Montpellier, che comunque offre ugualmente molte cose. Buona settimana.

skip ha detto...

Oggi e ' un tranquillo paesino ,dedito perlopiu' alla floricoltura, che si anima di estate con le sagre. Proprio in occasione di una sagra estiva a Sasso mio figlio, che aveva sei anni , mi disse che per cena voleva il coniglione , anziché il "condiglione ":)

leonardo B ha detto...

Questa è la dimostrazione che Bordighera non è solamente mare, c'è ben altro!
Descritto da te, poi, acquista un fascino tutto suo...

Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

come è bella L'Italia col sole!
Buona Pasqua
maegaret

ombreflessuose ha detto...

Sei sempre prodigo e amabile narratore di belle e genuine memorie Putroppo, oggi, luoghi che sono ricchi di storia e
bellezza vengono dimenticati nella più totale indifferenza
Se siamo qui è sopratutto perché abbiamo un passato

Il tuo Sasso è splendido
Grazie
Baci
Mistral

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Paesaggio tipico della bella riviera.

nella ha detto...

Che vergogna Adriano , sai che questo paese non sapevo neanche che esistesse?
Poi dalle foto che tu hai postato mi sembra estremamente interessante e grazioso...
Della lLiguria , sto sempre più pensando che conosco proprio poco..
Mi metto in castigo da sola...

Carmine Volpe ha detto...

se non ci fossi tu che ci fai conoscere queste piccole perle, bella anche la foto del paesaggio costellato di quel giallo primaverile :-)

Sandra M. ha detto...

La bellezza , tutta da riscoprire, delle dolci colline dell'entroterra.

Guard. del Faro ha detto...

Ciao Adriano,
(al di là di qualsiasi piaggeria) mi vien da dire che questi posti sono fantastici, ché danno il senso di serenità, cosa di cui ho veramente bisogno, specie in questo periodo.
La presenza del mare poi è una calamita per me. Dunque, mi trasferirei volentieri dalle tue parti.
Peccato che negli ultimi anni la Liguria sia afflitta dal fenomeno delle alluvioni.

Gabe ha detto...

un borgo tranquillo e pieno di storia,che tu hai valorizzato con ricordi personali,buona serata Adriano

riri ha detto...

Quanto mi piacciono le tue storie, dove ci sono pirati,(li adoro):-) luoghi che un po' ho conosciuto e mi ammaliano nella loro bellezza, foto..Adriano grazie, fai sognare. Un abbraccio.

Enrico zio ha detto...

Ammetto che ho visto pochissimi borghi della Liguria perché spesso mi fermo lungo la costa. Quando leggo i tuoi racconti e vedo le foto, mi sembrano tutti bellissimi e ricchi di storia. Sono tutti così o sei tu che sei bravo a descriverli? :-)
Buona giornata
enrico

CuorediSedano ha detto...

Stupende immagini documentano un posto incantevole della bella Liguria.
Grazie Adriano e una buona giornata!

Rosa ha detto...

Ciao Adriano tanti auguri di buona pasqua a presto rosa.)

Pupottina ha detto...

ciao Adriano
meravigliosi i posti in cui mi fai sognare di viaggiare

Buona Pasqua

Stefano ha detto...

Bellissimo post con bei paesi pieni di storia. Sarebbero da visitarli tutti, ma ci vuole tempo. Comunque grazie e buona Pasqua.