Pagine

sabato 6 luglio 2013

Curiosando tra cartoline e francobolli d'epoca

Mi sembra quasi d'obbligo iniziare con una Vienna ancora Belle Époque una mia personale rivisitazione di vecchie cartoline.
A quel tempo anche Tersatto, frazione di Fiume, era nell'Impero Austro-Ungarico.
Introduco a questo punto un aspetto, cui non avevo sinora prestato attenzione: in partenza da questa località e, penso, per la Croazia di allora, i francobolli, se leggo bene, erano della Posta Magiara.
Sono andato a ritroso su quanto avevo già pubblicato in rapporto a immagini d'epoca, per cui, circa Parenzo, Istria,  trovo un annullo più ricorrente.
Granada, Alhambra.

Per illustrare questo francobollo spagnolo, vidimato nel 1927.



















Francobolli argentini di oltre un secolo fa'. Sul retro di una cartolina di Buenos Aires - o una similare -, già pubblicata qui da me.
Singolarità per singolarità, metto in evidenza anche un timbro statunitense del 1908.
Somalia. Uebi Scebeli. Tralascio, nell'occasione, ogni riferimento alla storia di questo tormentato paese.


Ma sul retro di questa cartolina compare questo francobollo del 1938, che attesta che l'Italia fascista riservava a questa sua colonia il presunto onore dell'autonomia postale.















Dalla medesima mi é venuta l'idea di curiosare tra documenti di questo genere per compiere questo breve excursus, cui non avevo ancora pensato, perché forse mi erano rimasti troppo impressi nella mente i francobolli apposti a fianco o sulle immagini stesse di tante cartoline d'epoca.




40 commenti:

Grazia ha detto...

Molto bella l'idea di ripercorrere il tempo attraversi i francobolli. insieme alle immagini ci consegnano l'idea che la storia è fatta anche di dettagli, di piccole cose, in apparenza, ma grandi e importanti per chi le sa interpretare.

Guard. del Faro ha detto...

Buonasera Adriano,
credo che, fra cartoline e francobolli d'epoca, si potrebbe ricostruire la storia del mondo; sarebbe un racconto sicuramente più interessante di quelli che ci propinano solitamente i libri di settore, perché tale rievocazione avverrebbe attraverso tanti tasselli umani, "vivi", direi "palpitanti", ovvero testimonianze autentiche, non viziate da intenti politici o storiografici.
Un cordialissimo saluto.

ombreflessuose ha detto...

Attraverso questi tesori di carta, il tempo sembra fermarsi
Ogni cartolina è un momento di vita
che ha sfiorato mittente e destinatario
Tante grazie, caro Adriano
Buon weekend
Mistral

Sileno ha detto...

Molto suggestiva questa ricerca e con i francobolli sembra che il tempo si sia fermato: sul retro del bollo una persona di tanti anni fa ha lasciato qualcosa di se.

Cristina S ha detto...

Ciao, Adriano
molto interessante questo post. Bellissimi documenti!

mr.Hyde ha detto...

Godimento. I francobolli debbono essere veramente preziosi..
Anche le cartoline, certo.Divertente il fotomontaggio nella prima dove fu inserito un battello fuori scala e fuori prospettiva...
Post straricco!

Nella Crosiglia ha detto...

Ma come fai a ricercare tutti questi tesori inestimabili..Adrianino?
Magico, sei magico!
Parenzo, che dolci ricordi...ah..abbandoniamo la malinconia!!!
Un abbraccio forte!

I BLOC - NOTES ha detto...

che meraviglia, adoro l'Austria ancora di più in versione Belle Epoque.

ciao
Barbara

CuorediSedano ha detto...

Belle le cartoline e interessanti i francobolli, molto preziosi per la loro antichità.
A presto!

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Roba da collezionisti! Buona domenica

il monticiano ha detto...

Ciao Adria', complimenti per questa bella collezione.
Come mi sembra di averti già fatto cenno ho una cartolina datata Roma 27-6-1916 ore 19 raffigurante il Foro Romano col Campidoglio, francobollo debitamente vidimato, e spedita appunto da Roma a Messina.
Volevo inviartene copia tramite mail ma non mi funziona lo scanner.
La cosa buffa è che non è a firma di uno della mia famiglia di quei tempi ed è indirizzata a qualcuno di cui non ho mai sentito parlare.
Ma come è finita tra le mie vecchie carte? Mistero.

Tiziano ha detto...

Interessante questa idea di rivisitare ricordi e luoghi, attraverso queste piccole opere d'arte ciao

buona domenica.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Una bella collezione.
Serena domenica.

Rosa ha detto...

Ciao Adriano, un salto nella storia, interessante ed emozionante, ci rendiamo conto di quante cose sono cambiate nel tempo, in positivo o negativo, restano cque bei ricordi, ciao grazie buona domenica rosa.

Gianna Ferri ha detto...

Dcumenti molto preziosi, Adriano.

paola tassinari ha detto...

Perchè il passato sembra sempre più armonioso?

Krilù ha detto...

Adoro le immagini d'epoca, siano esse fotografie o cartoline viaggiate e il tuo blog è una vera miniera di suggestive immagini, testimonianze mute di luoghi e personaggi del tempo che fu.

Enrico Bo ha detto...

bellissima collezione. Mio suocero per un certo numero di anni ha raccolto i francobolli delle ex colonie italiane. Adesso sono da qualche parte ma credo che il loro valore alla vendita sia quasi inesistente>!

Baol ha detto...

Mio padre, quando lavorava nelle poste, collezionava francobolli ed io mi perdevo in quei fascicoli con le finestrelle

zefirina ha detto...

sei una miniera di foto d'epoca e di racconti straordinari

riri ha detto...

belli!! E' un piacere poter condividere. Un abbraccio.

Carmine Volpe ha detto...

guradando il tuo post mi è veniuto in mente di quanto i luoghi facevano la differenza con la loto originalità mentre oggi le foto delle città sembrano tutte uguali

Tina ha detto...

Il fascino delle foto in bianco e nero non si discute, ma le cartoline in bianco e nero sono l'apoteosi della storia dell'immagine e ha ragione Carmine, oggi le foto delle città sono solo una omologazione del banale.

Buona serata Adriano
Tina

Ambra ha detto...

Queste tue ricostruzioni ci mostrano stralci di vite passate cariche di fascino, dove cartoline e francobolli erano piccole opere d'arte, un'arte sottile e discreta.

Nou ha detto...

Veri tesori.

Tommaso Rossi ha detto...

Pensare che oggi causa Internet sono ancora pochi che scrivono cartoline. Parenzo mi ricorda i miei genitori che prima di tornare forzatamente in Italia ad Ancona vivevano felici a Fiume. Ho visto molte vecchie cartoline nel raduno annuale dei Fiumani a Montegrotto.
Ricordi palpabili delle tradizioni che vengono trasmesse di padre in figlio.
:)iao
Tommaso

Ernest ha detto...

ogni volta che guardo immagini del genere sono sempre più affascinato

Carlo ha detto...

Rimango ancora una volta meravigliato. E questo è dovuto al fatto che tu, da una seppur semplice cartolina, anche se d'epoca e affascinante nella sua grafica, inizi un viaggio a ritroso nel tempo che, ogni volta, coinvolge chi ti segue. Riuscendo alla perfezione a trasmettere sicuramente fatti storici ma anche sensazioni, emozioni e rinnovata curiosità per ciò che ancora riuscirai a proporre. E' incredibile!

Ciao Adriano, buon pomeriggio.

lui ha detto...

ciao..queste tue ricostruzioni ci portano in periodi sempre affascinanti... ciao..luigina

adriana ha detto...

affascinante questo racconto attraverso i francobolli, piccole opere d'arte che passano spesso inosservate.
Sempre interessanti i tuoi post.
ciao

berenice ha detto...

quanta storia nelle cartoline e nei bolli che le accompagnano. Eppure anche loro sono quasi totalmente scomparse, inghiottite dal cambiamento. Interessante il post, molto

Sara ha detto...

Dovresti lavorare dove lavoro io, lo sai!

La lanterna dei sogni ha detto...

Che meraviglia questi cimeli d'epoca!
Complimenti anche al collezionista.

Bravo Adriano!

Pupottina ha detto...

belle tutte ma la prima è la mia preferita. è davvero fantastica!

Pupottina ha detto...

passo anche a salutarti. parto per una settimana. mi concedo un po' di vacanza. un abbraccio e a presto

riri ha detto...

Buona estate!! Un caro saluto.

Pino Palumbo ha detto...

Ciao Adriano...ma quanti amici che conosco ci sono qui!...in effetti ti incontro spesso tra i commenti di amici in comune e...incuriosito da questo post sono passato...era un pò che volevo farlo!
Belle...bella Vienna ci sono stato una settimana qualche anno fa e l'ho trovata stupenda! mi ricordava molto Torino come architettura e, devo dire che la prima cartolina sembra proprio uno scorcio del lungo Po. La curiosità vuole che qualche giorno fa ho pubblicato un post su torino e c'è una mia foto che assomiglia a questa cartolina...se ti va ti metto il link.
http://pinopalumbo.blogspot.it/2013/07/torino.html
Grazie e Ciao...tornerò a leggere il tuo blog...

Alessandra ha detto...

fantastica questa raccolta..è sempre piacevole rivedere queste oramai rarità del passato..complimenti Adriano!!

Blackswan ha detto...

Che meraviglioso e affascinante excursus ! Grande Adri !

Patzy ha detto...

Non avevo visto questa pubblicazione, Adriano ... e sono rimasta sorpresa di vedere alcuni vecchi francobolli dal mio paese! Ops, era piccola, quando il culto dei francobolli e cartoline aveva ancora il suo valore ... Oggi la tecnologia rende che molte di queste cose sembrino cosi lontane! Ottimo articolo. Grande abbraccio.