Pagine

venerdì 8 aprile 2011

Monet a Bordighera

Claude Monet, Villas



Non sono molto originale nel postare immagini di dipinti di Claude Monet realizzati a Bordighera compararandole approssimativamente con fotografie attuali dei medesimi siti. Lo so. Ma é stata messa, da non molto, come vedevo questa mattina, la riproduzione del quadro in questione poco oltre quel palo. Proseguendo in un'iniziativa già cominciata in altri posti del territorio comunale.




Per il Paese Vecchio visto dall'artista attraverso lo scomparso lussureggiante Giardino Moreno, di cui rimane oggi, dopo recente intervento, un ... Giardino Monet, che si può parzialemente notare, non ho trovato di meglio che fare come ho fatto. Da altra angolazione, se non erro, si sarebbe incontrata una muraglia di cemento.



Il fascino dell'artista é tale che ancora di questi tempi scrittori e giornalisti scoprono - per poi venire in pellegrinaggio - Bordighera attraverso i suoi quadri: notizia che ho rinvenuto sul Web.



E non sono rimasto indifferente ad un dipinto di Monet, scelto tra le opere da lui compiute da queste parti, ispirato da una certa veduta da Cap Martin.


32 commenti:

Giada ha detto...

Monet deve avere amato molto Bordighera ed i suoi paesaggi, almeno a giudicare da questi dipinti.
Il mio preferito in assoluto è il Paese Vecchio visto dal Giardino Moreno, doveva essere un'oasi meravigliosa ai tempi di Monet (nel giardino attuale ci sono stata anni fa).
A presto,
Giada

petrolio-muso ha detto...

Quanto vorrei che i paesaggi fossero rimasti intatti… chissà che meravigliosa prospettiva aveva di fronte! Con tutto ciò che è stato soppiantato da edifici e obbrobri io oggi qui in Puglia dovrei fare uno sforzo inumano per trovare la medesima ispirazione di quei grandi maestri! :((((

cosimo ha detto...

Tu mi porti, con maestria, spesso in viaggio. Grazie!

Pucc@M ha detto...

è vero ! anche per me è lo stesso! sembra di viaggiare con queste belle immagini! buenas tardes

web runner ha detto...

Già, muraglie di cemento. Sgrunt.

Tomaso ha detto...

Monet, le sue inquietudini lo portava spesso a Bordighera una città, che ho sentito che lo aveva adottato, non so se sia vero, credo che tu Adriano lo saprai meglio di me.
Buon fine settimana amico.
Tomaso

Massimo ha detto...

ah ah, non sapevo che avesse dipinto anche dalle tue parti ! grande Monet... favoloso davvero..
ciao Adriano, chissà che meraviglia sulla costa Ligure con questo bel tempo ! passa un buon week end..

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

L'impressionismo di Monet è famoso ed in ogni sua oepra rispetta questo splendido esempio di pittura del momento.
Adriano con queste immagini mi sono lustrata molto gli occhi.
grazie ciaoooo

I am ha detto...

Mi piace molto la sua pittura. Ignoravo completamente il suo amore per Bordighera. Buona notte

Grazia ha detto...

Straordinario, come sempre,Monet:ancora maggiore iil rimpianto per paesaggi in parte, come ovunque,degradati e violentati. Ma almeno dalle
tue parti qualcosa (o forse molto)è rimasto.Qualche anno fa ho tentato un esperimento simile in Toscana con i paesaggi di Castiglioncello di Fattori.Decisamente più sconfortante:i condomini geometrili degli anni'60-70 avevano nascosto tutto.
Consoliamoci con Monet,che è meglio

Laura ha detto...

Monet mi piace Monet...e tu l'hai saputo abbinare alle foto in modo eccellente. Bravo!

Sara ha detto...

E'una grande emozione quanto l'Arte trae alimento dalle nostre piccole province.
Sara

Carmen ha detto...

GRANDE Monet e grande Adriano che mi delizia con questo post che contiene due fra le cose che amo di più, la Liguria e l'arte. Buon weekend caro Adriano, a presto, Carmen

Zio Scriba ha detto...

Oltre a farmi (ri)apprezzare Monet, mi hai fatto venire voglia di una gita a Bordighera... :)

Michele ha detto...

apprezzo molto il bell'abbinamento pittura-immagini di Bordighera : Monet-Adriano
Sei stato bravo, non e' facile
ciao Michele pianetatempolibero

gimmi ha detto...

che bei paesaggi... Monet era di sicuro un "buongustaio" in fatto di paesaggi e panorami. Non a caso ha scelto di abitare a Bordighera.

Jose Ramon Santana Vazquez ha detto...

...traigo
sangre
de
la
tarde
herida
en
la
mano
y
una
vela
de
mi
corazón
para
invitarte
y
darte
este
alma
que
viene
para
compartir
contigo
tu
bello
blog
con
un
ramillete
de
oro
y
claveles
dentro...


desde mis
HORAS ROTAS
Y AULA DE PAZ


COMPARTIENDO ILUSION
ADRIANO

CON saludos de la luna al
reflejarse en el mar de la
poesía...




ESPERO SEAN DE VUESTRO AGRADO EL POST POETIZADO DE CHAPLIN MONOCULO NOMBRE DE LA ROSA, ALBATROS GLADIATOR, ACEBO CUMBRES BORRASCOSAS, ENEMIGO A LAS PUERTAS, CACHORRO, FANTASMA DE LA OPERA, BLADE RUUNER ,CHOCOLATE Y CREPUSCULO 1 Y2.

José
Ramón...

Sandra ha detto...

Io lo trovo emozionante, invece. Immagino lo sia ancor di più per te che lì vivi e ami quei luoghi.

Minerva ha detto...

Stupendi dipinti di Monet e suggestivi paesaggi liguri.
Saluti!

Stella ha detto...

Monet grande, soprattutto con le sue ninfee...

giacy.nta ha detto...

La sensazione, guardando i dipinti, è che Monet considerasse l'elemento preminente della città l'acqua. Anche quando questa non compare come soggetto del dipinto, sembra ugualmente esserci. I suoi riflessi si intravedono nelle tinte e nella leggerezza delle pennellate. Che bel post. Mi piacciono le "indagini" storico-geografico-artistiche.
Ti abbraccio.

cristiana2011 ha detto...

Mi piace molto l'idea della tua ricerca degli scorci ritratti da Monet che, ancora una volta, dimostra l'amore che hai per quei 'tuoi' luoghi bellissimi.
Non sono particolarmente amante degli Impressioniti e penso che,a saper guardare, siano ancora oggi meglio gli originali delle tele.
Cristiana

Costantino ha detto...

Bordighera è così bella, da ispirare sommi artisti come Monet!

Chiara e Germano ha detto...

Che bello vivere e rivivere i luoghi amati da grandi artisti... e poi Bordighera è sempre stata una località carina.
Buona domenica
Chiara

zefirina ha detto...

invece è un'idea grandiosa

achab ha detto...

Ciao Adriano,un post molto bello e scritto con grande classe,anche il post sotto è molto bello.
Buona serata.

Nounours(e) ha detto...

Bello!
Ciao:)

TuristadiMestiere ha detto...

ecco, questo parallelismo Monet/Bordighera proprio non ce l'avevo presente, davvero interessante!

Renata ha detto...

L'accostamento Monet/Bordighera mi invita all'abbinamento Bordighera/Italia e mi rende orgogliosa delle meraviglie della nostra Patria.
Per Adriano il sentimento grato pe averci consentito questo viaggio di primavera. Un abbraccio.

VD ha detto...

Semplicemente splendido post! Come sempre. Grazie perché ogni volta che visito il tuo blog mi riempio gli occhi e il cuore di bellezza e immensità!

maria ha detto...

Questi quadri di Monet mi erano sconosciuti come pure non sapevo che ne avesse dipinti in e di Bordighera, come sempre sono belli e la luce e l'interiorità che comunicano colpiscono e reimpono gli occhi e la mente....quando si dice che la bellezza può consolare ...
ciao maria

valerio ha detto...

Bordighera, pur trasformata ed in qualche angolo stravolta, continua ad essere una meravigliosa esplosione della natura in ogni sua espressione, traccia della sua storia e della vegetazione esuberante che il clima bordigotto permette. Ficus giganti, pino delle Canarie alto 30 metri, Palme da Dattero ormai diventate autoctone e bouganville senza confini. Monet potesse tornarci oggi si emozionerebbe ancora. E noi con lui...