Pagine

mercoledì 11 gennaio 2012

Ventimiglia in altre antiche stampe


Questo lavoro, oltre che di composizione delicata, credo proprio non sia molto noto: di Albanis Beaumont, viene datato 1795. Come afferma quella scritta, si tratta di Ventimiglia.


Questa immagine, del 1838, é stata curata dal grande Ferdinand Perrot.


Del medesimo artista, sempre del 1838, anche quest'altra, dove si può notare lo Scoglio Alto, in dialetto Scögliu Autu.


Quel fragile agglomerato dalla storia antica - non proprio roccia, insomma - viene visto da un'altra angolazione in quest'opera di Emeric de Tamagnon, che risale al 1850.


Lo si può notare più da vicino in questo vecchio scatto. Lo Scoglio Alto, riprodotto in molte fotografie, anche ingrandite ed esposte in pubblici esercizi, é ancora molto caro al cuore della gente della città di confine, perché se ne tramanda anche a voce la memoria: si adagiò nel mare il 17 febbraio 1917.

Merita, invero, qualche cenno in più, che forse posso fare in altra occasione.

Torno, invece, rapidamente alla bellezza, e alla rarità - reputo di dover aggiungere -, delle stampe, che ho rinvenuto su gravures-nice.org, un sito, come ben si capirà dal nome, con sede nella vicina, francese Nizza. E questo porta al discorso - da me già altra volta accennato - che nel capoluogo del dipartimento transalpino delle Alpi Marittime sono conservate altre splendide icone di quella zona, specie quadri, realizzate ancora all'epoca del Regno di Sardegna: non stonerà, allora, una prossima, dato che molto é fruibile sul Web, visita virtuale a magnifici scorci oggi scomparsi!


38 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Una bellezza, specie la seconda (dall'alto).
Ciao Adriano, buona giornata

enri ha detto...

Complimenti. Riesci sempre a trovare stampe molto belle in grado di creare emozioni.
buona giornata
enrico

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Bellezza indiscutibile! Grazie per le emozioni

tiziano ha detto...

Ciao Adriano e sempre un piacere visitare il tuo blog, dove si può ammirare delle bellissime stampe e stupendi paesaggi,

Arianna ha detto...

Che raffinatezza!
Bellissime e preziose stampe!
Un abbraccio.

Tomaso ha detto...

Bellissime stampe caro Adriano, in fretta un saluto.
Tomaso

il monticiano ha detto...

Quello SCOGLIO ALTO impressiona ma è una meraviglia.
Però scusa Adria', se non ho capito male dici che si è adagiato in mare nel 1917? E come sarà accaduto?

Ernest ha detto...

complimenti come sempre!

I am ha detto...

Stampe stupende. Aspetto la storia dello scoglio che si è adagiato nel mare. Ma come?

Ciao

upupa ha detto...

Preziosismi che rallegrano l'animo!!!!!!!!!!!

Sandra M. ha detto...

La foto con lo scoglio è impressionante!
Che meraviglia le immagini...sono andata dentro il sito: è ricchissimo. Mi sono guardata bene tutti gli acquarelli, per ora. Vera poesia.

Nicolanondoc ha detto...

Caro Adriano, è impressionante la bellezza di queste antiche stampe, grazie a te si colmano diverse lacune..un abbraccio da tutti noi-

PAOLO F. ha detto...

Adesso devi raccontarci tutta la storia di quello scoglio inabissato.

zefirina ha detto...

la prima mi piace molto specie per i suoi colori

TuristadiMestiere ha detto...

che peccato che quello scoglio si sia "adagiato" in mare! Ma si è sbriciolato o si è abbattuto intero, su un fianco? Sono curiosissima, Adri! P.S. Che belle queste stampe!

Ambra ha detto...

Eh si, hai ragione. Queste stampe sono delle perle di rara bellezza.
E ora anch'io vorrei conoscere la storia di quello scoglio. Sembra così strano!

Maria Ianniciello ha detto...

Grazie per la tua puntualità e attenzione; in questo post si evince un grande amore per la ricerca. Quindi bel post, come sempre! A presto e buona giornata.

sirio ha detto...

Chissà, forse Nizza non conserverebbe tutti questi tesori se fosse ancora italiana...o forse sì?!?!
Sta di fatto, caro Adriano, che la Cultura ultimamente qui da noi sta segnando il passo, ahimè...
Buon pomeriggio.

gturs ha detto...

Immagini bellissime di allora come quelle davanti ai nostri occhi oggi;))
Ciao Adriano

Francesco Zaffuto ha detto...

rara preziosità

Grazia ha detto...

Belle le stampe ! Anch'io aspetto la storia dello scoglio che si è adagiato in mare.Spero che la racconterai presto

FiveReflections ha detto...

these photographs are beautiful!

David in Maine USA

riri ha detto...

Adriano, gli scogli sono una fetta del mio passato "marinaro", ma questo è esuberante..grazie per queste stampe..un abbraccio, a presto.

Adriana Riccomagno ha detto...

Stavolta mi ha proprio colpita lo scoglio alto!

CRISTINA BERARDI ha detto...

Sempre interessanti i tuoi post.....auguri di buon inizio anno e - con un po' di ritardo - anche di buon compleanno...a presto

Giada ha detto...

La prima immagine è strepitosa!!!
Un carissimo saluto.

Carlo ha detto...

... hai scritto bene, "poco noti"! Però non è colpa loro ma della mia infinita ignoranza!

Ciao Adriano e buona serata! Per fortuna, venendo da te, posso sopperire qualcosina alle mie "mancanze". Belle foto. A volte, le accosti ad immagini attuali dei luoghi e, questo, aiuta a comprendere meglio quali cambiamenti siano intervenuti.

Comunque, belle! Una cosa, poi, l'ho scoperta: nella prima foto, pescano "a strascico" dalla riva! Oggi è vietato, si vede che all'epoca i pescatori non facevano i danni che procurano oggi alla flora ed alla fauna marittima.

Buon fine settimana a te e ciao!!

Alligatore ha detto...

Immagini da sogno, veramente belle.

Nora* ha detto...

Bellissimo viaggio virtuale. Grazie Adriano! -Nora*-

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ottime stampe e soprattutto mi piace l'ultima.

ombreflessuose ha detto...

Ciao Adriano, anche io sono rimasta colpita da quel bel gigante, che mostrava la sua fierezza
al cielo.Poi, stanco di prendere freddo è
tornato da sua Madre.
Grazie ancora e sempre
Un abbraccio
Mistral

Pupottina ha detto...

ciao Adriano
buona domenica pomeriggio anche a te
la foto che più mi ha impressionato del post è l'ultima...
non può commentarsi diversamente da grandiosa ^_____^

Holyriver ha detto...

Bellissime stampe.
Complimenti.

giacy.nta ha detto...

Lo scoglio mi ha subito fatto venire in mente un surreale dipinto di Magritte. Aspetto il seguito della storia...
Ti abbraccio, carissimo

giacy.nta ha detto...

Lo scoglio mi ha subito fatto venire in mente un surreale dipinto di Magritte. Aspetto il seguito della storia...
Ti abbraccio, carissimo

riri ha detto...

Solo ciao, si può?:-)

Carmen ha detto...

Magnificamente delicate, adoro le prime due!

Adriano Maini ha detto...

Sempre in ritardo ma ... grazie e un saluto cordiale a tutti!